Scomparsi

Andreea Rabciuc scomparsa dopo una festa a Jesi: spunta una novità nel giallo della ragazza

Andreea Rabciuc ha 27 anni e di lei si sono perse le tracce il 12 marzo scorso in provincia di Ancona, scomparsa dopo una festa con il fidanzato e gli amici. Novità nelle indagini.
Andreea Rabciuc scomparsa dopo una festa a Jesi: spunta una novità nel giallo della ragazza

Andreea Rabciuc, 27 anni, risulta scomparsa dal 12 marzo scorso quando, secondo il racconto del fidanzato e degli amici con cui stava trascorrendo una serata in un casolare a Jesi, si sarebbe allontanata. Poche ore fa, una novità si è innestata nelle indagini sul giallo.

Andreea Rabciuc scomparsa dopo una festa a Jesi: il fidanzato indagato per sequestro di persona

Da alcune ore il fidanzato di Andreea Rabciuc, la 27enne di cui si sono perse le tracce il 12 marzo scorso in provincia di Ancona, sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati. Il fascicolo a suo carico, riporta Chi l’ha visto? che segue la vicenda, sarebbe aperto con l’ipotesi di sequestro di persona.

Atto dovuto, a garanzia dell’indagato, che potrà così nominare i consulenti per prendere parte a tutta una serie di accertamenti tecnici degli inquirenti (a partire dall’analisi sull’auto e su dispositivi dell’uomo quali telefono cellulare e tablet).

Ai microfoni della trasmissione di Federica Sciarelli, Simone Gresti – questo il suo nome -, 43 anni, ha detto di non avere nulla a che fare con la misteriosa sparizione della ragazza, a suo dire svanita nel nulla dopo una serata trascorsa insieme ad amici in un casolare in zona Montecarotto.

La scomparsa di Andreea Rabciuc

Il caso di Andreea Rabciuc è un giallo che va avanti da un mese. Il 12 marzo scorso, secondo quanto raccontato da uno degli amici presenti la sera della sparizione della ragazza, la giovane e il fidanzato avrebbero litigato animatamente per tutto il tempo. Ne sarebbe scaturito l’allontanamento della 27enne, e Simone Gresti avrebbe trattenuto il suo telefonino al culmine dell’ultimo litigio.

Lo stesso dispositivo di Andreea Rabciuc che, un paio di giorni dopo la scomparsa, lo stesso avrebbe consegnato alla madre della fidanzata.

Nell’alveo delle indagini anche alcuni post pubblicati su Facebook – uno dalla giovane e uno dall’attuale indagato – il 4 marzo scorso (pochi giorni prima della scomparsa) e che rimanderebbero al tessuto di un attrito di coppia che avrebbe radici più lontane.

Gresti ha ribadito la sua estraneità alla vicenda e si è detto sereno, sicuro di non avere alcuna responsabilità nel caso.

Potrebbe interessarti