Cronaca dal Mondo

Babysitter avrebbe chiuso un bambino di 4 anni nell’asciugatrice per poi azionarla: lo sconvolgente racconto

Un angosciante racconto ha fatto il giro del mondo: un bambino di 4 anni sarebbe stato chiuso nell'asciugatrice dalla sua babysitter, che poi avrebbe azionato la macchina.
Babysitter avrebbe chiuso un bambino di 4 anni nell'asciugatrice per poi azionarla: lo sconvolgente racconto

Un terribile fatto di cronaca ha sconvolto l’opinione pubblica, rimbalzando dalla rete fino a diventare virale. Una babysitter avrebbe chiuso un bambino in una asciugatrice e poi azionato la macchina, procurandogli diversi lividi e ferite in tutto il corpo. A raccontare lo sconvolgente gesto sarebbe stato il bimbo stesso.

Bambino di 4 anni racconta che la sua babysitter lo avrebbe chiuso nell’asciugatrice

Una donna in Florida – precisamente nella contea di Lake, a nord di Orland – è stata recentemente accusata di abuso su minore per aver messo un bambino di 4 anni, a cui stava facendo da babysitter, nell’asciugatrice per poi azionarla.

Secondo quanto riportato da People, la donna di nome Amber Christine Chapman è stata arrestata nel fine settimana a due mesi di distanza dal ricovero del bimbo.

Quest’ultimo è stato portato al pronto soccorso per ferite al viso, all’addome e alla testa. A quel punto il bimbo avrebbe raccontato di essere stato messo nel macchinario dalla donna, “Insieme agli asciugamani” e che poi avrebbe fatto “Giro e rigiro” per due volte. Al momento le autorità cercano di stabilire se le lesioni riportate dalla vittima sono state provocate proprio dal presunto gesto della donna, ma sarebbe già stato confermato che i lividi sono coerenti con il racconto fatto.

Babysitter chiude un bambino nell’asciugatrice: la donna è stata arrestata

Dopo lo sconvolgente racconto fatto dal bambino suo malgrado protagonista di questa vicenda di cronaca, spiega People, la babysitter Amber Christine Chapman sarebbe stata arrestata dalle autorità durante il fine settimana.

È stata immediatamente fissata una cauzione di 15mila dollari – motivo per cui nelle ore immediatamente successive sarebbe stata rilasciata. La autorità dunque in questo momento sono al lavoro per fare luce sull’accaduto, anche se l’ufficio dello sceriffo della contea di Lake non ha rilasciato ulteriori informazioni per stabilire a che punto siano le indagini.

Potrebbe interessarti