Cronaca Italia

Carro funebre finisce nel dirupo con il parroco e il feretro a bordo: spavento durante un funerale

Durante lo svolgimento di un funerale, il carro funebre è finito in una scarpata mentre a bordo si trovavano ancora il parroco e il feretro. Che cosa è successo e come si è conclusa la disavventura.
Carro funebre finisce nel dirupo con il parroco e il feretro a bordo: spavento durante un funerale

Attimi di paura in provincia di Forlì-Cesena, dove un carro funebre è finito in una scarpata. I presenti si sono immediatamente allarmati per le condizioni del parroco, ancora a bordo della vettura al momento dell’incidente.

Carro funebre finisce giù da una scarpata con il parroco a bordo: che cosa è successo

È successo all’ingresso del cimitero di Montepetra di Sogliano, frazione di Sogliano al Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena. Dopo la celebrazione del funerale, il carro funebre con a bordo il parroco e la salma del defunto si è arrestato in un tratto in salita, a poca distanza dall’accesso al cimitero.

Quando l’autista è sceso dal mezzo, il carro funebre si è mosso all’improvviso seguendo la pendenza della strada. I presenti hanno cercato più volte di arrestarne la corsa, ma ogni tentativo di bloccare il carro funebre si è rivelato inutile. A questo punto è intervenuto il parroco, ancora a bordo assieme al feretro, che ha afferrato il volante e ha sterzato per cercare di rallentare il movimento del veicolo. La manovra improvvisa e il cambio di direzione hanno portato il carro funebre a schiantarsi contro un albero e, infine, a terminare la sua corsa oltre una scarpata di alcuni metri.

Il racconto del parroco a bordo del carro funebre finito oltre una scarpata in provincia di Forlì-Cesena

Il parroco, don Renato Serra, ha raccontato al Corriere Romagna di non aver provato paura durante i momenti in cui il carro funebre era in movimento, nonostante il rischio concreto che la vettura potesse ribaltarsi.

Solo alla fine della disavventura, scendendo dal mezzo, si è accorto del grande spavento che aveva coinvolto tutti i presenti al corteo funebre. Don Serra ha voluto ringraziare la Madonna, San Giuseppe e San Vicinio e, dopo aver rassicurato i presenti, ha portato a termine il funerale e benedetto la bara.

Il feretro, rimasto a bordo del carro funebre per tutta la durata dell’incidente, appartiene a un agricoltore di 88 anni deceduto dopo un incidente con la motozappa avvenuto il 28 marzo. L’uomo era impegnato a lavorare nei campi nei pressi della sua abitazione, in un tratto piuttosto ripido di una zona collinare.

Potrebbe interessarti