Cronaca Italia

Auto nel fiume Adda: muore una donna di 44 anni, il marito si salva raggiungendo a nuoto la riva

Una donna di 44 anni è morta nel fiume Adda dopo che l'auto su cui viaggiava con il marito sarebbe finita in acqua. L'uomo si sarebbe salvato riuscendo a guadagnare la riva a nuoto.
Auto nel fiume Adda: muore una donna di 44 anni, il marito si salva raggiungendo a nuoto la riva

Una donna di 44 anni sarebbe morta nella notte dopo che l’auto su cui viaggiava con il marito è finita nelle acque del fiume Adda, per cause ancora in via di accertamento. La donna, Romina Vento, sarebbe stata recuperata ormai senza vita dai sommozzatori di Treviglio e l’uomo si sarebbe salvato raggiungendo la riva a nuoto.

Auto nel fiume Adda: muore una donna di 44 anni, salvo il marito

Il corpo della 44enne sarebbe stato recuperato nelle acque dell’Adda a Fara Gera d’Adda, provincia di Bergamo, dopo essere stato individuato a circa 300 metri metri di distanza dall’automobile finita nel fiume poche ore fa.

secondo quanto riportato dall’Ansa, la vittima, Romina Vento, viaggiava a bordo della stessa con il marito che, invece, sarebbe riuscito a salvarsi nuotando verso la riva.

Nella notte l’uomo sarebbe stato sentito dai carabinieri di Treviglio che indagano sulla vicenda, un caso i cui contorni, attualmente, sarebbero ancora tutti da chiarire. Il dramma si sarebbe consumato intorno alle 21.30 di ieri, martedì 19 aprile.

Auto le fiume Adda, la vittima è una mamma di due bimbi

Secondo le prime informazioni diffuse dall’agenzia di stampa, la vittima di 44 anni sarebbe madre di due bambini.

Inizialmente è trapelata la notizia che uno di loro si trovasse a bordo dell’auto finita nell’Adda, ma questa informazione sarebbe stata poi smentita. Entrambi i figli della coppia, stando alla ricostruzione finora condotta, al momento della tragedia si sarebbero trovati a casa.

L’allarme su quanto accaduto nella notte a Fara Gera d’Adda sarebbe stato lanciato da alcune persone che, allertate da urla provenienti dalla zona del fiume, avrebbero allertato le forze dell’ordine. Il veicolo, attualmente sotto sequestro, nelle prossime ore dovrebbe essere ora sottoposto ai rilievi tecnici della Scientifica.

Un’attività importantissima che potrebbe contribuire a restituire elementi preziosi e potenzialmente utili alla piena ricostruzione della dinamica.

Potrebbe interessarti