Cronaca Nera

Samantha Migliore morta per un intervento estetico al seno fatto in casa: dopo la fuga, si costituisce l’estetista

Si è costituita la presunta estetista che ha sottoposto Samantha Migliore, 35 anni, a un intervento estetico al seno. La donna avrebbe accusato malori e sarebbe morta poco dopo.
Samantha Migliore

Samantha Migliore, 35 anni, di Maranello, modenese, sarebbe morta a seguito di un’infiltrazione al seno eseguita a casa da una presunta estetista. L’intervento a fini estetici potrebbe aver causato alla donna uno shock anafilattico o un arresto cardiocircolatorio, secondo le prime ipotesi in merito alla causa della morte da parte degli inquirenti. Per conferme bisognerà però attendere l’autopsia. L’estetista, dopo che Samantha Migliore ha iniziato ad accusare malori, si sarebbe data alla fuga, per poi costituirsi dai Carabinieri a Cento, nel ferrarese.

Intervento estetico fatto in casa: muore la 35enne Samantha Migliore

Samantha Migliore è la 35enne, madre di 5 figli, morta nel pomeriggio di giovedì scorso nella sua casa a Maranello, provincia di Modena.

La donna, inoltre, nel 2020 era sopravvissuta a un tentativo di femminicidio da parte dell’ex fidanzato, che le sparò in testa, un fatto non legato alla tragedia avvenuta due giorni fa. Migliore si sarebbe sottoposta a delle iniezioni per un intervento estetico volto a rialzare il seno che, come spiega il segretario nazionale di Confestetica Roberto Papa all’ANSA, “è un trattamento medico“.

L’intervento sarebbe stato eseguito da una donna di origine sudamericana che avrebbe lavorato come estetista a Bologna.

Non è chiaro se eserciti effettivamente la professione di estetista, ma certamente non era autorizzata ad eseguire la procedura, e per questo la Procura di Modena ipotizza tra i reati  l’esercizio abusivo della professione medica, oltre a omicidio colposo e omissione di soccorso.

Sconosciuta la sostanza iniettata alla 35enne per il ritocco al seno

Secondo le prime analisi, Samantha Migliore sarebbe morta per uno shock anafilattico o un arresto cardiocircolatorio. Per maggiori certezze ci sarà l’autopsia disposta dalla Procura, mentre si attendono i risultati che chiariranno quale sostanza sia stata iniettata al seno della 35enne, al momento sconosciuta.

Le punture al seno poi il malore: inutili i soccorsi, l’estetista in fuga

Come testimonia il marito della vittima a Il Resto del Carlino, la presunta estetista avrebbe infatti avuto delle grosse siringhe con sé, che avrebbe infilato sotto il seno di Samantha Migliore. La donna, poco dopo le iniezioni, avrebbe cominciato ad accusare un malore, e i familiari presenti nella casa hanno allertato il 118. I soccorsi hanno provato a rianimare la 35enne per diverso tempo ma, purtroppo, Migliore è morta circa un’ora dopo all’ospedale di Baggiovara.

Mentre la famiglia era impegnata nel prestare soccorso alla donna, l’estetista avrebbe preso le sue cose e sarebbe fuggita. La donna, come racconta il marito, avrebbe chiesto 1200 euro per due ore di intervento. Venerdì pomeriggio, si è costituita presso i Carabinieri di Cento.

Potrebbe interessarti