Cronaca Nera

Anziani aggrediti con una fiocina, entrambi in fin di vita: dramma in casa in provincia di Sassari

Dramma in un'abitazione di Santa Maria Coghinas, nel Sassarese: due anziani coniugi aggrediti con una fiocina, la svolta poco dopo l'efferato attacco al cui esito entrambi sarebbero in fin di vita.
Anziani aggrediti con una fiocina, entrambi in fin di vita: dramma in casa in provincia di Sassari

Dramma all’alba in provincia di Sassari, a Santa Maria Coghinas: due anziani, marito e moglie, sarebbero stati aggrediti in casa con una fiocina. La coppia di coniugi sarebbe stata colpita con l’attrezzo da pesca e verosimilmente con un coltello o delle forbici, le condizioni di entrambi sarebbero gravissime. Poco dopo l’efferato attacco, la svolta.

Anziani aggrediti con una fiocina, entrambi in fin di vita in provincia di Sassari

L’aggressione ai danni dei due anziani si sarebbe consumata questa mattina, intorno alle 4.30, nella loro abitazione di Santa Maria Coghinas, centro del Sassarese. Secondo una prima ricostruzione, riportata dall’Ansa, Giuseppe Picci, 68 anni, e la moglie Maria Giovanna Drago, 67 anni, sarebbero stati colpiti con un fucile da pesca subacquea e con l’uso di un’arma da taglio (non è chiaro se un coltello o delle forbici).

All’arrivo dei soccorritori, l’uomo sarebbe stato privo di sensi mentre la donna sarebbe apparsa ancora cosciente. Entrambi trasferiti in codice rosso all’ospedale Santissima Annunziata di Sassari, sarebbero in fin di vita.

Anziani colpiti con una fiocina in casa, un arresto

Stando alle prime informazioni emerse sulla tragedia avvenuta nel Sassarese, gli inquirenti avrebbero eseguito un arresto poco dopo la brutale aggressione ai danni dei due coniugi.

La persona fermata sarebbe il figlio 47enne della coppia: sarebbe stato lui, secondo la ricostruzione, a colpire i genitori con fiocina e arma da taglio.

L’uomo sarebbe stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Valledoria, interrogato e pronto al trasferimento nel carcere sassarese di Bancali. Titolare dell’inchiesta il pm della Procura di Sassari, Angelo Beccu.

Marito e moglie si sarebbero trasferiti a Santa Maria Coghinas da qualche anno, dopo aver vissuto per lungo tempo a Pieve Emanuele, nel Milanese.

L’abitazione teatro del dramma si troverebbe in località La Scalitta, la stessa in cui il figlio ora indagato li avrebbe raggiunti da qualche mese. Ignoto il movente.
   
   

Potrebbe interessarti