Lifestyle

Il sesso non ha solo effetti benefici ma può addirittura portare alla morte anche i giovani: lo studio

Un nuovo studio porta alla luce i dati in cui i decessi per attività sessuale riguarderebbero anche giovani e donne. Il rapporto, ha effetti solitamente benevoli per il singolo, ma ci sono casi che possono risultare fatali.
sesso studi morte

Il fenomeno è molto raro, si parla di numeri davvero bassi ma coinvolgono anche i giovani e le donne.

Il sesso ha per lo più effetti positivi per la salute umana in termini fisici e effetti psicologici, può ridurre l’alta pressione sanguigna, aumentare il sistema immunitario e facilitare il sonno. Inoltre aiuta al miglioramento dell’autostima dell’individuo e riduce lo stress.

Ma quando può essere rischioso?

Il rischio di avere decesso improvviso durante o subito dopo il rapporto è stato registrato solo nello 0,6% di casi (percentuale riferita alle morti cardiache improvvise). Una percentuale di scarso rilievo se non fosse che nella percentuale rientrano, oltre a uomini di mezza età e anziani, ragazzi e ragazze di età giovanile.

Uno studio pubblicato su JAMA Cardiology, fatto da ricercatori dell’Università St George di Londra, ha scoperto che la morte improvvisa durante un rapporto non avviene soltanto a uomini avanti con l’età ma può colpire, seppur in casi eccezionali, giovani.

La morte improvvisa durante il rapporto

Ci sono molte ragioni per cui avviene un arresto cardiaco durante o dopo un rapporto. Nella maggior parte dei casi, è causata dallo sforzo fisico che prevede l’attività sessuale, o da farmaci (farmaci per trattare la disfunzione erettile, per esempio), o da droghe illegali, come la cocaina.

Il rischio di qualsiasi morte cardiaca improvvisa è più alto con l’età. Uno studio condotto in Germania, campionato 32.000 morti improvvise in un lasso di tempo di 33 anni, ha scoperto che lo 0,2% dei casi si è verificato durante l’attività sessuale.

La morte improvvisa si è verificata soprattutto negli uomini con un’età media 59 anni e la causa più frequente era un attacco di cuore, noto anche come infarto del miocardio. Altri studi fatti in altre nazioni hanno dato alla luce risultati molto simili.

I casi di morte che hanno riguardato anche uomini giovani e donne.

Per confermare questi studi anche i ricercatori dell’Università st George’s di Londra si sono messi a indagare sulla questione. Hanno preso in esame 6847 cartelle cliniche di persone morte per arresto cardicaco nel lasso di tempo di Gennaio 1994 e agosto 2020.

Lo studio ha riportato inaspettati risultati.

Il 35% degli individui coinvolti da morte improvvisa per l’attività sessuale erano donne e l’età media, di entrambi i sessi delle vittime, era di 38 anni.

Un altro risultato che ha portato un ribaltamento del pensiero comune è che le morti dei più giovani non erano causate, per la maggior parte dei casi, da attacchi di cuore ma da Sindrome della morte aritmica improvvisa.

In minor misura la causa era dovuta da dissezione aortica o anomalie strutturali del cuore (quest’ultime congenite e rarissime)

Morire per un rapporto sessuale è raro ed è a rischio chi soffre di cuore.

Il sesso, come detto prima, fa bene ed è molto insolito morirci. Gli esperti raccomandano che devono fare attenzione più che altro le persone che soffrono di problemi cardiaci sopracitati e di chiedere consiglio al loro cardiologo.

L’attività sessuale non è un pericolo anzi ha molti benefici per il corpo umano.

Potrebbe interessarti