Vai al contenuto

Maltempo, arrivano i temporali su tutta Italia. Diramata allerta meteo per una regione: dove

Pubblicato: 04/05/2022 19:03

L’ondata di maltempo tanto attesa si sta abbattendo sull’Italia, questa volta sono previste forti piogge e temporali in tutto il centro-nord, mentre al sud sono previste forti raffiche di vento. Proprio questa forte ondata di maltempo ha portato all’innalzamento del livello di allerta in una regione in particolare. Ecco quale.

Il maltempo rimarrà persistente fino al week-end; per le regioni del centro-nord sarà una festa della mamma bagnata, anche se la giornata di domenica propenderà verso una ripresa e un ritorno del sole alternata a rischio di temporali.

Temporali e piogge: arriva il maltempo

Il clou sarà giovedì 5 maggio, quando il meteo vivrà un drastico peggioramento soprattutto nelle zone occidentali del Paese. La causa è nella bassa pressione in arrivo da ovest che porterà a rovesci, anche di natura temporalesca, su diverse regioni. La Protezione Civile ha reso noto che nelle zone di sud-est le piogge saranno accompagnate anche da forti venti. Le zone interessate saranno la Calabria e le Isole maggiori.

Per quanto riguarda le aree che saranno interessate dai venti, al momento la Protezione Civile ha diramato solo un avviso per condizioni metereologiche avverse che interesserà la giornata di domani a partire dal mattino. Le piogge interesseranno anche regioni centrali come l’Emilia-Romagna dove perdureranno per almeno 3-4 giorni.

Maltempo e temporali: diramata allerta gialla

Se al sud arriveranno venti di burrasca, al nord invece si aspettano violenti temporali. Per questo motivo la Protezione Civile ha spostato l’allerta a gialla per la Lombardia. Nella giornata di domani sono attesi rovesci fino a 60millimetri d’acqua. L’allerta gialla indica comunque un rischio idrico ordinario; ad essere attenzionato sarà soprattutto il nodo idrico di Milano. Le condizioni di instabilità dureranno fino alle prime ore del mattino e andranno a scemare entro la fine della giornata: l’allerta quindi si concluderà con il 5 maggio.

Continua a leggere su TheSocialPost.it