Economia

Bonus internet ultra veloce senza Isee, come funziona, quanto vale e cosa bisogna fare per richiederlo

Nuovo bonus internet per le famiglie italiane, quali sono i requisiti per averlo e quanto vale l'agevolazione: tutti i dettagli da conoscere.
Bonus internet ultra veloce senza Isee, come funziona, quanto vale e cosa bisogna fare per richiederlo

Per le famiglie italiane è in arrivo un nuovo bonus per consentire l’accesso a una connessione Internet ultra veloce. Ecco quanto vale la nuova agevolazione e cosa bisogna fare per richiederla.

Bonus internet 2022, come funziona l’agevolazione per una connessione ultra veloce

Dopo il Bonus Connettività riservato alle imprese, il Governo è al lavoro su un nuovo incentivo da destinare alle famiglie per agevolare l’accesso a una connessione internet ultra veloce tramite la banda ultra larga. Si tratterà di un bonus senza limiti di Isee. L’obiettivo del Governo è diffondere in tutto il territorio italiano la banda ultra larga, capace di garantire una velocità in download di almeno 30 Megabit al secondo (Mbps), con fibra misto rame, fibra pura o fisso-wireless.

Infratel, società gestita dal Ministero dell’Economia, ha fornito i primi dettagli su questo nuovo bonus in arrivo: consisterà in uno sconto sul costo di attivazione e sui canoni mensili di un abbonamento per una connessione ultraveloce, e comprenderà anche l’eventuale costo di appararti elettronici come i modem.

Quanto vale il bonus internet 2022 e come sarà riconosciuto

Il valore del bonus internet è fissato a 300€, una cifra che dovrebbe consentire di coprire i costi di attivazione e di abbonamento fino ai primi 24 mesi dalla sottoscrizione.

I cittadini che decideranno di usufruire del bonus potranno in ogni momento cambiare operatore, senza perdere l’agevolazione e senza dover pagare sovrapprezzi. L’agevolazione sarà riconosciuta in modo automatico dall’operatore con cui si intende stipulare il contratto, sia per attivare l’accesso alla banda larga sia per passare da una linea più lenta a internet ultra veloce.

La tipologia di contratto è dunque l’unico requisito richiesto alle famiglie per l’accesso, non prevedendo quindi limiti di Isee e di reddito.

Per questa misura, il Governo ha stanziato 400.000.000€ e si procederà fino a esaurimento dei fondi disponibili. Non c’è ancora una data di riferimento per l’attivazione del bonus, ma le prime comunicazioni dovrebbero arrivare direttamente dagli operatori del settore.

Tra le novità che dovrebbero essere annunciate prossimamente per migliorare l’accesso internet e la digitalizzazione del Paese, si segnalano anche la possibilità di ottenere l’attivazione dello Spid e della Posta Elettronica Certificata PEC in modo gratuito.

Potrebbe interessarti