Cronaca dal Mondo

In carcere per abusi sul figlio di 4 mesi: detenuto sequestrato per ore e picchiato con scatolette di tonno

Un detenuto è stato sequestrato per due ore e picchiato con delle scatolette di tonno, riportando lesioni molto gravi e perdendo 12 denti.
In carcere per abusi sul figlio di 4 mesi: detenuto sequestrato per ore e picchiato con scatolette di tonno

Un detenuto è stato sequestrato e picchiato da due uomini che condividevano il carcere con lui. La vittima dell’aggressione ha riportato ferite molto severe.

Detenuto picchiato e sequestrato per due ore: la feroce aggressione

Anthony Smith, 51 anni, è stato vittima di una feroce aggressione da parte di due detenuti, due uomini di 31 e 36 anni. Smith si trova in carcere per scontare la condanna a 10 anni inflittagli per i terribili abusi commessi sul figlio di appena 4 mesi. I due uomini si sono introdotti nella sua cella, nel penitenziario del Kent, subito dopo aver preso la propria colazione e qui lo avrebbero sequestrato e legato al letto.

Smith è stato colpito per due lunghe ore con delle scatolette di tonno infilate nei calzini, mentre i due uomini gridavano e minacciavano di tagliargli le gambe. Al termine della feroce aggressione, il 51enne ha riportato gravi lesioni, fratture e lividi multipli e ha perso 12 denti.

I dettagli sull’aggressione ai danni di un detenuto: stava scontando una pena per gli abusi sul figlio

L’aggressione è avvenuta nel 2018, ma le condanne e gli accertamenti stanno arrivando in questi ultimi giorni. Il Daily Mail ha avanzato l’ipotesi secondo cui i due detenuti non sapessero chi fosse l’uomo che stavano sequestrando.

Potrebbero averlo scoperto in un secondo momento, quando un altro detenuto li avrebbe informati. Sembra infatti che la coppia fosse alla ricerca di un ostaggio per chiedere un trasferimento, in attesa di un appello in seguito alla pena di 10 anni per rapina a mano armata e violenze gravi.

 

Anthony Smith, l’uomo sequestrato e picchiato selvaggiamente, sta invece scontando una condanna a 10 anni per crudeltà su minori. Nel 2014, lui e la sua compagna Jody Simpson sono stati riconosciuti colpevoli di aver abusato e picchiato il loro bambino di 4 mesi, con tanta violenza da costringere i chirurghi ad amputare entrambe le gambe del piccolo.

Il bambino si chiama Tony e ora ha 7 anni, e cammina grazie a delle protesi innestate su ciò che resta delle sue gambe, amputate dal ginocchio in giù.

Potrebbe interessarti