Vai al contenuto

Il Principe Carlo in Parlamento legge il Queen’s Speech. Prove da re per il figlio della Regina Elisabetta

Pubblicato: 10/05/2022 16:41

È stato definito un vero e proprio momento storico quanto accaduto oggi a Westminster; per la prima volta da più di 60 anni la Regina Elisabetta non ha presenziato all’inaugurazione del Parlamento per tenere il suo tradizionale Queen’s Speech, al suo posto è andato il Principe Carlo accompagnato dalla moglie Camilla e dal figlio il principe William.

Il principe di Galles ha letto il Queen’s Speech prendendo, formalmente, il posto della sovrana bloccata a Windsor a causa di problemi di mobilità. La sovrana, che lo scorso aprile ha compiuto 96 anni, è reduce anche dal covid-19 che le avrebbe lasciato strascichi pesanti; non ha mancato di manifestare il suo disappunto alla partecipazione ad un evento così importante, ha reso noto Buckingham Palace.

Il Principe Carlo in Parlamento senza la Regina Elisabetta

Lo scorso anno si temeva la sua assenza visto che la morte del principe Filippo era così ravvicinata, invece Elisabetta II si era presentata a Westminster accompagnata dal figlio, con la mano poggiata sulla sua. Un sostegno morale oltre che fisico, eppure oggi, per la prima volta dopo anni, la sovrana non ha preso parte all’inaugurazione dell’anno parlamentare, è stata costretta a seguire l’evento dal castello di Windsor.

A Westminster c’era il Principe Carlo, accompagnato dalla moglie, Camilla, seduta alla sua sinistra e dal Principe William, a destra, i due eredi al trono che simbolicamente sembrano avviare quella fase di transizione verso un regno senza la sua Regina. Trono che è rimasto vuoto, mentre accanto ad esso c’era la corona tradizionalmente portata all’interno della Camera.

Il Queen’s Speech, ovvero “Il discorso della Regina”

Il Principe Carlo non ha però portato un suo discorso, come da tradizione ha letto il Queen’s Speech, un testo che indica la linea di governo che della Regina porta solo il nome. La sovrana infatti né lo scrive né lo ritocca, ma come Queen in Parliament -questa è la dicitura governativa che indica il suo ruolo di Capo di Stato e “consigliera” del governo- legge semplicemente viene proposto dal governo ad entrambe le parti.

Nel testo è stato indicato quindi il progetto del governo per la ripartenza, composto da un piano di almeno 38 progetti di legge, tra le quali nuove strette in materie di ordine pubblico sulle manifestazioni di piazza. Nel discorso c’è stato anche un ampio riferimento all’Ucraina con la Gran Bretagna che avrà un ruolo “primo piano nella difesa della libertà e della democrazia nel mondo“.

La crescita“, questo è lo scopo primario dell’azione del governo, “Rafforzando l’economia ed aiutando le famiglie  a far fronte all’aumento del costo della vita”; parole che sono state seguite dall’enunciazione di diverse misure di sostegno per tamponare la crisi dettate dal caro energia e materie prime.

Il mio governo aumenterà le opportunità in tutte le parti del Paese e sosterrà più persone nel lavoro. (…) La crescita per migliorare il tenore di vita e finanziare investimenti sostenibili nei servizi pubblici. Ciò sarà sostenuto da un approccio responsabile alle finanze pubbliche, riducendo il debito, riformando e tagliando le tasse“. Il principe del Galles ha promesso che “i suoi ministri sosterranno la Banca d’Inghilterra per riportare l’inflazione al suo obiettivo. Per mantenere l’inflazione bassa e stabile, il governo fissa alla banca un obiettivo di inflazione del 2%”.

“I miei ministri agiranno per prevenire pericolosi e illegali attraversamenti della Manica e contrastare le bande criminali che traggono profitto dal facilitarli”.

Guarda il video:

Continua a leggere su TheSocialPost.it