Spettacolo

Eveline Dellai parla di sesso e potere con Giletti a Non è l’arena: la rivelazione dell’attrice hard sugli italiani

Ospite a Non è l'arena, l'attrice hard ha rivelato il suo punto di vista su alcune questioni fondamentali: tra tutte, gli italiani e le vicende di Berlusconi.

Nell’ultima puntata di Non è l’Arena, Massimo Giletti ha dedicato un approfondimento al tema di Sesso e potere. Mentre mostrava alcuni video sul tema, ha intervistato Eveline Dellai, attrice hard e modella erotica italiana ospite negli studi di La 7.

Eveline Dellai: chi è l’attrice hard ospite di Giletti a Non è l’Arena

Dopo aver mandato in onda un video trailer di quello che l’attrice fa con sua sorella gemella nel mondo dell’arte, Giletti spiega che entrambe sono due professioniste molto conosciute nel mondo del potere. Lei, in particolare, sarebbe stata coinvolta in un presunto gossip con un politico belga: “La cronaca al centro del quale è finita, parla proprio di uno dei più potenti politici europei, allora era ministro poi nel tempo è diventato primo ministro.

La ragazza smentisce prontamente: “In realtà per me non c’è stato niente, solo un contatto”. Andando avanti nell’intervista, l’attrice ha raccontato che la sua abitudine di frequentare uomini potenti non è legata alla ricchezza o possibili vantaggi economici: “Capita che uomini potenti mi scrivano. Per me è un fetish, ha spiegato. Non che io cerco le persone ricche e potenti ma questi uomini per me sono come una droga.

Giletti prende la palla al balzo: “Forse anche lei per loro è una droga?”. Rincarando la dose, il padrone di casa chiede: “Quindi lei diventa più potente di loro in quel caso. Lei prima ha detto, è una droga” – dice il conduttore. Lei risponde: “La droga sono io per loro”. Evelina vive da tempo in Repubblica Ceca ma è nata a Villamontagna, in provincia di Trento nel 1993.

L’équipe di Giletti è andata a intervistare la popolazione d’origine del paesino dell’attrice, dove tutti sembrano prendere un po’ le distanze da lei e sua sorella ma in fondo la summa dei commenti è: “Ognuno fa quello che vuole”.

Il conduttore chiede allora alla sua ospiteChe effetto ti fa vedere queste immagini, ti sorprende?”. La giovane risponde di essere stupita: “Sono sorpresa che sono così buoni da dire che possiamo fare cosa vogliamo noi. Sono sorpresa che gli italiani dicano questo, pensavo fossero più rigidi. Da noi in Repubblica Ceca sono più aperti ma in Italia voi siete così duri”. Quindi la giovane precisa: “La mentalità italiana è più chiusa, siete più cattivelli”, spiegando che in ogni caso i suoi genitori o i suoi familiari non hanno mai guardato i suoi film.

La domanda di Giletti sulle notti ad Arcore e i video girati di nascosto a Berlusconi

Giletti allora torna a parlare degli effetti del sesso sulla politica, e osserva: “La passione del premier Belga per Eveline avrebbe secondo alcuni rallentato la formazione del governo.

In Italia, il governo stava quasi per cadere per la questione Berlusconi, perché ebbe un’eco internazionale incredibile. Quindi le olgettine diventano famosssime, conosciute, ricercate anche dalla stampa perché le olgettine sanno anche cosa chiedere ai potenti“. Dopo aver mandato in onda un video girato di nascosto in cui a Berlusconi una modella chiede dei favori personali facendo leva sul suo ruolo in Mediaset e nella Presidenza del Consiglio, Giletti domanda all’attrice hard: “In questo caso ci sono delle ragazze che cercano di ottenere qualcosa dal presidente.

Lui le ascolta e dice ‘ho tanti di quei pasticci in questo momento’. Chi è che ha il potere in quell’istante? La ragazza o il presidente?”.

“Non so cosa rispondere: mi fa schifo. Le ragazze vogliono da lui qualcosa ma il modo in cui lo costringono non mi piace: fa schifo per me questo”. Questo video non c’entra, non c’entra il fatto che dalla parte del potere ci sia l’uomo o la donna: “chiedere quelle cose così no”.

Potrebbe interessarti