Spettacolo

Dante Alighieri, la vita del grande poeta: l’incontro con l’amata Beatrice e il suo ruolo nella poesia dantesca

Dante Alighieri ha avuto una vita il cui fulcro è stato l'incontro, fugace ma significativo, con la bella Beatrice. Tutti i segreti su una donna ormai leggendaria.
Dante Alighieri, la vita del grande poeta: l'incontro con l'amata Beatrice e il suo ruolo nella poesia dantesca

Uomo di grande cultura, Dante Alighieri è considerato il capostipite della lingua italiana e autore dell’opera più studiata al mondo, La Divina Commedia. Chiunque si avvicini alla sua figura ne resta affascinato: appassionato, sensibile all’amore e con un grande senso ascetico, le sue opere hanno ispirato scrittori di tutte le epoche. Scopriamo insieme chi è questo gigante della letteratura italiana e quali sono gli amori che hanno caratterizzato la sua vita.

Dante Alighieri: qualche curiosità sulla sua vita

Politico, storico, poeta e uomo di cultura, Dante Alighieri nasce nel 1265 a Firenze dove svolge una vita all’insegna dell’avventura e della cultura.

Impegnato socialmente, trascorre ogni giorno della sua esistenza con grinta e passione dedicandosi alla letteratura, alla vita politica e ai diritti del suo Paese.

Tra gli eventi più importanti della sua vita c’è sicuramente l’incontro con Beatrice della quale si innamora perdutamente e che amerà fino al giorno della sua morte. Bellezza, grazia e gentilezza, Beatrice incarna il modello perfetto di grazia divina di cui parlerà nella Vita Nova e ne La Divina Commedia. Molti pensano che Beatrice non sia mai vissuta davvero, ma alcuni documenti danno prova della sua esistenza.

Chi era Beatrice: donna piena di grazia e di virtù

Il suo vero nome era Bice Portinari, figlia di Folco Portinari, un banchiere di origine romagnola che non accettò mai Dante come genero vista la differenza di ceto sociale che li divideva.

Dante, infatti, era figlio di una famiglia di mercanti mentre Beatrice apparteneva all’aristocrazia fiorentina, differenza che fa dubitare la nascita di un sentimento reale tra i due. Alcuni storici, infatti, pensano che Dante abbia creato la figura di Beatrice e l’incontro con lei per inserire nuovamente il numero 9, presente ovunque nella sua storia con la bella Beatrice.

Un esempio tra tutti è il Paradiso, dove Beatrice ha un ruolo fondamentale mentre quando dante si trova all’Inferno la sua bella si preoccuperà di inviargli una guida che lo aiuterà a superare i momenti più difficili.

Potrebbe interessarti