Gossip

È morto il compositore del tema musicale di James Bond, addio a Monty Norman. La storia della canzone

Il tema era poi diventato la musica di tutta la saga di James Bond. La storia della sua vita e della canzone.
È morto il compositore del tema musicale di James Bond, addio a Monty Norman

Compositore e scrittore di testi di canzoni, Monty Norman è morto all’età di 94 anni. Era divenuto celebre per aver composto il tema musicale portante della saga di James Bond. La morte è stata confermata dalla famiglia alla BBC. L’uomo sarebbe morto lunedì scorso dopo una breve malattia.

Monty Norman morto a 94 anni: chi era il compositore del tema di 007

Era figlio di immigrati lettoni ma era nato e cresciuto nella East End, nella periferia orientale di Londra. Sua madre, quando il figlio aveva compiuto 16 anni gli aveva regalato la sua prima chitarra. Da lì una storia di passione e di sfide legate alla composizione per lo showbusiness.

Inizia con musical come Expresso Bongo e Irma La Douce, poi nel 1962 arriva l’opportunità della vita. Il produttore cinematografico Albert R. Broccoli, detto “Cubby”, che si occupa del primo film della saga 007, rimane colpito dal curriculum vitae di Norman e gli commissiona la colonna sonora. Così Monty Norman mette la firma e le note alla musica Agente 007 – Licenza di uccidere, che poi diventerà il tema di tutta la saga di spionaggio. Nell’ottobre 2021, il Telegraph aveva pubblicato un video in cui il musicista interpretava al pianoforte la colonna sonora scritta da lui.

Com’è nata la musica di Agente 007- Licenza di uccidere

La BBC, che ha annunciato la morte del compositore, ha anche raccontato il percorso che ha portato il musicista a realizzare il tema musicale del film. Punto di partenza sarebbe stato il brano Bad Sign Good Sign, che era stato pensato per la produzione poi abbandonata di un film tratto dal romanzo Una casa per Mr Biswas. Sulla base di quella musica, Norman avrebbe spazzato via il superfluo e scritto il resto tenendo in mente le movenze suadenti della spia.

Dopo aver adattato il riff principale dal sitar alla chitarra elettrica, avrebbe quindi concentrato le energie sul tentativo di musicare l’essenza di 007.

Tempo dopo, a proposito di quelle sonorità, aveva dichiarato: “La sua sensualità, il mistero, la spietatezza – è tutto in poche note”. Nell’evoluzione della serie, a Norman era stato affidato anche il compito di scrivere altri brani della serie, come Underneath the mango tree, che accompagna la celebre scena della spiaggia. Ma nel cuore di tutti, rimarrà sempre l’autore della musica di 007.

Potrebbe interessarti