Gossip

Vittorio De Scalzi è morto, addio al fondatore dei New Trolls: “Ha raggiunto la sua Aldebaran”

Con i New Trolls ha segnato la storia della musica disco italiana nel panorama internazionale. Oltre che fondatore della band, Vittorio De Scalzi era stato autore per molti grandi artisti, da Ornella Vanoni ad Anna Oxa.
Vittorio De Scalzi è morto, addio al fondatore dei New Trolls: "Ha raggiunto la sua Aldebaran"

Deceduto all’età di 72 anni, Vittorio De Scalzi, musicista, autore e fondatore della band New Trolls, si era ammalato di fibrosi polmonare un mese dopo essere guarito dal Covid-19. La famiglia ha annunciato che il funerale si svolgerà nella sede del Club Tenco il 25 luglio alle 18 e chi vorrà potrà rivolgere all’artista l’estremo saluto fino alle 23.

Morto Vittorio De Scalzi: l’annuncio della famiglia e cosa significa Aldebaran

Vittorio De Scalzi ci ha lasciato, ha raggiunto la sua Aldebaran”: inizia così il messaggio sulla pagina Facebook con cui la famiglia del cantante e fondatore dei New Trolls ne annuncia la scomparsa.

Aldebaran è la stella più luminosa della Costellazione del Toro ma è anche il nome de disco che nel 1978 ha segnato uno dei momenti più alti della carriera della band. Aldebaran infatti è il titolo del settimo album dei New Trolls nonché del singolo inciso sul lato B del prodotto. Con questo brano e con “Quella carezza della sera”, i New Trolls riscuotono enorme successo e l’intero disco è una delle prime sperimentazioni della disco music. In copertina, dei piedi di bambino che camminano su una strada semi-deserta mentre un fascio di luce arcobaleno illumina i suoi passi.

Nel retro del disco, solo quel fascio a illuminare l’impronta.

Addio a Vittorio De Scalzi: il saluto della famiglia e del mondo della musica

“Grazie a tutti per l’amore che in tutti questi anni gli avete dimostrato”– dice la famiglia nel post con cui annuncia la morte di De Scalzi sulla sua pagina Facebook. “Continuate a cantare a squarciagola ‘quella carezza della sera’…lui vi ascolterà”, firmato Mara, Armanda, Alberto. Ma a salutarlo con un arrivederci nostalgico è stato tutto il mondo della musica. Nella sua pagina Facebook, Renato Zero ha scritto: “Genova e l’Italia intera piangono la scomparsa di Vittorio De Scalzi”.

Il cantante parla di De Scalzi come di un “musicista ed interprete di prima grandezza” e spiega quanto sia duro per lui accettarne la scomparsa: “Sono qui dalle 4:30 di oggi, che respiro un vuoto assoluto, di una perdita per me profonda ed incolmabile.

Quello che tenterò di fare per Vittorio, è adoperarmi, affinché non vengano dimenticati, i suoi talenti e la sua lealtà nei confronti della musica e di chi lo ha amato profondamente come me! Vi chiedo una preghiera per lui”. A esprimere cordoglio per la sua morte è anche Ornella Vanoni, di cui De Scalzi era stato autore.

Vanoni, con un messaggio nella sua pagina ha voluto far sapere: “Vittorio De Scalzi è stato il migliore paroliere del gruppo. L’ho ritrovato con grande gioia pochi mesi fa, al Premio Tenco Speciale”. Proprio al Club del Premio Tenco si svolgerà il funerale, laico, del fondatore e frontman dei New Trolls. Aldebaran, andare andare lontano, sempre”, cantava il suo brano. Adesso il cantante riposa lassù dove sono arrivate le sue note.

Potrebbe interessarti