Gossip

Claudia Cardinale ricoverata in una casa di riposo “non per sua volontà”: ansia e paura per l’attrice 84enne

Claudia Cardinale era stata vista pubblicamente l'ultima volta lo scorso 30 maggio, e da quel giorno di lei non si saprebbe più nulla.
Claudia Cardinale ricoverata in una casa di riposo "non per sua volontà": ansia e paura per l'attrice 84enne

Un mistero avvolge la salute dell’attrice Claudia Cardinale, ed è emerso dalle pagine di Dagospia. L’attrice, ormai molto anziana, non vivrebbe più a casa sua e sarebbe stata collocata in una casa di riposo. Non ci sono molti dettagli sul fatto che però, così come spiegato da Dagospia, ha contorni molto inquietanti.

“Claudia Cardinale ricoverata in una casa di riposo”: il mistero

Claudia Cardinale non vive più da sola e non a casa sua, a Parigi. Al momento si troverebbe in una casa di riposo (non si sa quale) nella quale è stata portata (non si sa quando) contro la sua volontà. Nello specifico, nel bel mezzo di un articolo che contiene una miscellanea di fatti inerenti diversi personaggi pubblici, Dagospia scrive.

“Si sparge sempre di più la voce che Claudia Cardinale non viva più nel suo appartamento parigino. Sarebbe ricoverata, non secondo la sua volontà, secondo una sua amica romana, il una casa di riposo nella provincia francese”.

Nel profilo Instagram di Claudia Cardinale, qualche mese fa, era comparso un ultimo post dedicato a Jacques Perrin, in cui mostrava una foto tratta dal film la ragazza della valigia in cui i due avevano recitato insieme. A commentare il post la sola parola “silente”.

Da quel momento è stato davvero solo silenzio: ora, la notizia del ricovero “contro la sua volontà” arriva, a quanto dice Roberto D’Agostino, da una cara amica romana dell’attrice.

L’ultima uscita pubblica di Claudia Cardinale era avvenuta lo scorso 30 maggio, a Tunisi, dove era stata intitolata in suo onore una strada a La Goulette. In quell’occasione, come riporta Fanpage, aveva detto: “Sono molto onorata perché è qui che sono nata e dove ho trascorso la mia infanzia: conservo in me molte cose di questo posto, i suoi paesaggi, la sua gente, il suo senso di ospitalità, la sua apertura”.

Potrebbe interessarti