Vai al contenuto

Sabrina Ferilli al vetriolo contro Vanessa Incontrada: ” Deve pure capire che ste storie non hanno più senso…”

Pubblicato: 04/08/2022 12:32

Da anni ormai Vanessa Incontrada è al centro delle critiche per la sua forma fisica e per i chili in più acquistati con la gravidanza. Al contempo, da anni l’attrice e conduttrice è ambasciatrice di un messaggio di body positivity e si espone molto spesso a favore di un dialogo sul rispetto del corpo.

Secondo alcuni, però, il ritornello della body positività nel caso della Incontrada sarebbe andato un po’ oltre e sarebbero troppe le copertine di cui è protagonista e nelle quali il suo corpo è centrale. Tra i detrattori c’è anche Sabrina Ferilli, che già in passato aveva commentato in maniera critica le posizioni e le frasi della Incontrada. 

Sabrina Ferilli sulla copertina di Vanity Fair: “Dura da secoli!”

Sabrina Ferilli ha commentato l’ultima copertina di Vanity Fair biasimandone gli intenti. Nella copertina Vanessa incontrata appare a figura intera con un elegante abito rosso, e con la frase “Sei Bellissima” a commentarla. Il servizio fotografico presente nella rivista vuole raccontare gli ultimi sviluppi nella vita persona e professionale dell’attrice ma, ovviamente, non ignora il discorso della body positivity. Sabrina Ferilli, sotto il post di Instagram che presenta la copertina, ha commentato: “Chi ha criticato l’attrice? Critico questo modo di raccontare tutto ed il contrario di tutto che porta a un corto circuito insopportabile! Probabilmente s’è rotta le balle anche lei di essere messa in mezzo a sta storia che non ha più senso. Dura da secoli! È che uno a un certo punto, da donna matura, deve pure capire che ste storie non hanno più senso e magari fare una copertina in meno e raccontare che lavoro sta facendo. Visto che meritatamente lavora tanto. Dai su! Ma basta!”.

Molte fonti fanno presente che Sabrina Ferilli, in passato, aveva già criticato le posizioni della Incontrada: “Ti posterei quello che hanno pubblicato su di me! E che didascalie sotto. Poi noi che siamo esposte su tante cose, ti lascio immaginare che occhi obiettivi abbiamo di fronte! Uhh! Ma ho sempre pensato che non me ne fregava niente e devo dire che ho lasciato queste cose nell’ambito del faceto. Non credo vada scomodato chissà che problema sociale o civile. Per noi personaggi pubblici è così. Se ti fotografano in una spiaggia poco puoi fare, se non affidarti al tatto di chi pubblica”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it