Gossip

Dodi Battaglia dei Pooh finisce in ospedale in Puglia, dimesso dopo tre giorni di ricovero: “Sto bene”

Malore per il musicista dei Pooh, che è stato ricoverato in Puglia mentre si trovava in tournée in Basilicata. Dimesso dopo tre giorni di degenza, Dodi Battaglia ha parlato ai fan.
Dodi Battaglia dei Pooh finisce in ospedale in Puglia, dimesso dopo tre giorni di ricovero: "Sto bene"

Dodi Battaglia si è sentito male mentre si trovava in tournée in Basilicata, quindi l’artista è stato ricoverato in ospedale in Puglia annullando alcune date dei concerti. Dimesso, l’artista si è scusato con i fan e ha ringraziato i medici sui social.

Dodi Battaglia ricoverato in Puglia: il cantante e chitarrista di Pooh annulla le date

Non è chiaro quale sia stata la causa del malessere, tuttavia Dodi Battaglia, chitarrista e cantante dei Pooh è stato costretto a recarsi in ospedale nei giorni scorsi mentre si trovava in tournée. Avrebbe dovuto suonare proprio questa sera a Candela, in provincia di Foggia, ma non ha potuto far altro che rinviare la data.

Con un post pubblicato su Instagram tre giorni fa, infatti l’artista aveva dichiarato: “Sono stato dimesso dall’ospedale per tutti gli accertamenti del caso e devo dire che sto bene. I medici mi hanno consigliato di prendere qualche giorno di convalescenza fino al 17 agosto. Il prossimo appuntamento sarà il 18 agosto a Candela. Mi scuso anticipatamente per il disagio”. È stato ricoverato nel reparto di Chirurgia di Castellaneta, in provincia di Taranto, una struttura che era già a lui familiare perché fu testimonial per il reparto di Oncologia proprio di quel nosocomio nel 2014.

Ora Battaglia è riconoscente a tutti sanitari che gli hanno prestato soccorso: “Desidero ringraziare il Dottor Pepe – ha scritto su Instagram il cantante e tutti i suoi collaboratori dell’ospedale San Pio di Castellaneta per avermi accolto con grande premura, per avermi curato con attenzione e professionalità esemplare. Grazie di cuore”. In un altro post, l’artista ha dichiarato di volere rimanere ancora un po’ a riposo e per “sospese le date del 18 e 19 agosto”, ha detto il musicista.

Dodi Battaglia e l’evento in memoria di Stefano D’Orazio

Proprio pochi giorni fa, il cantante aveva annunciato che non avrebbe potuto partecipare all’evento di commemorazione del collega e compagno di avventure Stefano d’Orazio il 25 settembre.

“Comprendo bene che possa risultare impensabile ma, nonostante tutti i miei sforzi per spostare gli impegni familiari improrogabili che ho dal 20 alla fine di settembre, non riuscirò ad essere presente all’evento dedicato al fratello Stefano il 25 settembre“. L’artista ha quindi precisato la sua tristezza nel dovere rinunciare in via irrimediabile: “Per onestà e chiarezza, devo dire che questa data mi è stata comunicata come unica e inderogabile soltanto nel mese di maggio scorso e spostare certi impegni che coinvolgono più persone all’estero come nel mio caso, non è facile, credetemi”.

Una scelta inevitabile, dunque, che gli aveva causato non poco rammarico: “Sono molto addolorato per questo, soprattutto dopo l’affetto che proprio Stefano mi ha dimostrato partecipando al “Dodi Day” a Bellaria Igea Marina qualche anno fa”. Da sempre vicino alla moglie di D’Orazio Tiziana, ha speso quindi una parola per lei: “Appoggerò in tutta l’operazione e come promesso Tiziana, per questa eventualità fossi anche in capo al mondo farò avere a tutti coloro che saranno presenti quella sera un filmato di saluto e di augurio per la buona riuscita dell’evento.

Sicuramente per l’occasione molti avrebbero voluto vedere i Pooh suonare insieme. Ora questo non è possibile per una scelta artistica e aprioristica della serata, come è già stato detto e ribadito. Spero che il fatto che saranno presenti tanti amici artisti a duettare con i miei colleghi sia un minimo di sollievo per questa mancanza. Vi abbraccio tutti caramente, vi voglio un mondo di bene. Stringo fortissimamente a me Tiziana e ci risentiremo al mio rientro in Italia ai primi di ottobre”.

Potrebbe interessarti