Gossip

Pippo Baudo, la vita del celebre conduttore: relazioni, la carriera e i figli del mito della tv italiana

Pippo Baudo ormai è in pensione ma fino a qualche anno fa era uno dei conduttori più magistrali della tv italiana.
Pippo Baudo, la vita del celebre conduttore: relazioni, la carriera e i figli del mito della tv italiana

Pippo Baudo è uno dei più celebri presentatori della televisione italiana. Ha legato il suo nome in maniera indissolubile al Festival di Sanremo, di cui detiene tuttora il record di conduzioni (ben 13). Riguardo alla kermesse sanremese, Baudo detiene anche un altro record: è l’unico presentatore, insieme a Mike Bongiorno, ad averlo condotto per cinque edizioni consecutive. In questo articolo parleremo in breve della vita privata, dei figli, del matrimonio e della sua carriera.

La vita privata di Pippo Baudo

Pippo Baudo ha due figli: la primogenita Tiziana, avuta dalla prima moglie Angela Lippi, e Alessandro, avuto dalla relazione con Mirella Adinolfi e riconosciuto dal popolare conduttore Rai negli anni Novanta, trent’anni dopo la sua nascita.

La vita sentimentale di Baudo, come è noto, è stata piuttosto intensa. Dopo essersi sposato la prima volta con Angela Lippi, il presentatore ha frequentato prima Mirella Adinolfi. In seguito, tra gli anni Settanta e Ottanta sono arrivate le relazioni con l’attrice e cantante Alida Chelli e Adriana Russo. Infine, nel 1986, Baudo sposa Katia Ricciarelli, formando una delle coppie più chiacchierate della televisione italiana. Con la celebre cantante lirica il matrimonio è durato 28 anni, con il divorzio giunto nel 2007, a distanza di 31 anni dalle nozze.

Pippo Baudo e la Ricciarelli non hanno mai avuto figli.

La carriera di Pippo Baudo

L’esordio in televisione risale al 1959, quando fa il suo debutto in Rai partecipando a La conchiglia d’oro, varietà condotto dall’indimenticato Enzo Tortora.

Pochi anni più tardi debutta come presentatore nelle trasmissioni Telecruciverba, Primo piano e Guida degli emigranti. Divenuto uno dei volti più popolari della televisione italiana, negli anni Ottanta conduce tre edizioni di Fantastico e altrettante di Sanremo, per poi consacrare definitivamente il proprio nome con la conduzione di programmi quali Luna Park, Gran premio, Partita doppia, Mille lire al mese, Papaveri e papere, Numero Uno e Fantastico 90.

Potrebbe interessarti