Gossip

Daniele Bossari colpito da tumore alla gola, sottoposto a chemio e radioterapia: le sue condizioni

Daniele Bossari ha rivelato il motivo della sua recente assenza dai social ed ha raccontato di essersi dovuto allontanare dai media per curare un tumore.
Daniele Bossari colpito da tumore alla gola, sottoposto a chemio e radioterapia: le sue condizioni

Daniele Bossari è tornato sui social dopo una lunga pausa spiegando il perché di questa prolungata assenza. Il conduttore ha deciso di aprirsi con il suo pubblico di follower spiegando di essere stato molto malato e di essersi dovuto sottoporre a cure molto impegnative.

Daniele Bossari colpito da tumore alla gola: il racconto delle terapie

Daniele Bossari ha avuto un tumore alla gola: per questo motivo ha dovuto sottoporsi a vari cicli di radioterapia e chemioterapia, e solo adesso che, a quanto pare, la situazione è tornata positiva e stabile, il conduttore ha deciso di raccontare cos’è accaduto e, soprattutto, come lui l’ha vissuto.

La spiegazione è semplice -seppur non breve- ed inizia con un’analogia, ovvero quella tra la carta de L’Appeso nei tarocchi e la sua vita negli ultimi mesi: “Rappresenta perfettamente la condizione in cui mi sono ritrovato” spiega, per poi raccontare: Mi é apparso in sogno in una notte di primavera, mentre cercavo di dare un senso alla sofferenza fisica che stavo provando durante i mesi di chemio e radioterapia, per curare un tumore alla gola”.

Daniele Bossari, il dolore immenso: “Ho dovuto accettarlo”

Daniele Bossari non nasconde di aver provato paura e dolore: “Nell’impossibilità di sfuggire al dolore, ho dovuto accettarlo.

Appeso al filo del destino, ma con totale fiducia nella scienza medica, ho attraversato la tempesta.

Mentre i medici curavano il mio corpo, cercavo di curare la mia anima mettendo in pratica quegli insegnamenti dettati da tutti i libri letti, i testi spirituali, le meditazioni”.

Anche Daniele Bossari è stato curato dei team medici dell’ospedale San Raffaele, che include nei ringraziamenti: “Voglio ringraziare i medici e lo staff dell’Ospedale San Raffaele di Milano, la mia famiglia e gli amici che con pazienza mi sono stati vicini in tutti questi mesi, dandomi la forza di affrontare questa battaglia”.

Potrebbe interessarti