Grande Fratello

GF Vip, ci potrebbe essere un’altro concorrente espulso: la parola che non avrebbe dovuto pronunciare

Altre volte nella storia del GF Vip concorrenti hanno perso il loro posto in Casa per aver pronunciato proprio quella parola.
GF Vip, ci potrebbe essere un'altro concorrente espulso: la parola che non avrebbe dovuto pronunciare

Ormai sembra essere più facile rimanere sulla linea di confine tra Russia e Ucraina che nella Casa del Grande Fratello. Dopo aver visto espellere Ginevra Lamborghini, uscire con eliminazione Giovanni Ciacci, uscire su base volontaria Sara Manfuso, ora potrebbe toccare ad un altro concorrente che è finito a dire una parola sbagliata e, nel contesto del Grande Fratello Vip (ma anche al di fuori di esso) decisamente inaccettabile e inaccettata.

Nella storia delle espulsioni del Grande Fratello Vip c’è una motivazione che emerge come statisticamente rilevante: la pronuncia di bestemmie o parole inaccettabili, come la F-Word o la N-word.

Charlie Gnocchi e l’uscita spiacevole: la frase che non avrebbe dovuto dire

Purtroppo, praticamente ogni anno c’è un concorrente che ci casca e la dice: quest’anno è toccato a Charlie Gnocchi. Il fratello d’arte e speaker radiofonico ha infatti detto una frase molto pericolosa nel corso di una conversazione con Antonino Spinalbese: “Aveva il capello così. Ma ce li aveva ricci. Ma quel riccio da ne**o. Due anni fa, l’utilizzo della stessa parola da parte di un altro concorrente, Fausto Leali, aveva portato alla sua espulsione dal gioco.

In quel caso la frase era rivolta ad un altro concorrente, Enoch Barwuah.

Difficile però dire cosa accadrà adesso, anche perché lo scorso anno Signorini aveva raccontato della volontà di valutare anche il contesto in cui la parola viene detta. Al momento comunque nessuno ha parlato di espulsione per Charlie Gnocchi.

Potrebbe interessarti