Grande Fratello

Giovanni Ciacci insultato e preso a sputi al mercato”: tutto quello che gli è successo fuori dalla Casa del GF Vip

Giovanni Ciacci è da 4 giorni fuori dalla Casa del GF Vip e per lui tornare alla vita normale per ora non è stato possibile: l'accoglienza del pubblico fuori dalla Casa è stata decisamente dura.
Giovanni Ciacci insultato e preso a sputi al mercato": tutto quello che gli è successo fuori dalla Casa del GF Vip

È davvero un pessimo momento per Giovanni Ciacci. Considerato uno dei più accaniti nei confronti di Marco Bellavia dentro la Casa, fuori da essa non gli sono state risparmiate critiche anche da colleghi ed addetti ai lavori che hanno rivelato come lavorare con lui, spesso, non sia stato facile.

Il pubblico, quello online e quello offline, ha reagito con proteste e un giudizio molto severo sul suo comportamento e anche su quanto ha detto, lunedì sera, dopo aver rivisto alcune tristissime scene. Ieri sera, negli studi del Grande Fratello, ha raccontato come ha passato gli ultimi giorni.

Giovanni Ciacci è apparso provato in puntata ed ha raccontato che la gente in questi giorni non lo ha risparmiato: ”La gente mi ha sputato al supermercato chiamandomi bullo.

Mi hanno sputato in faccia, la mia famiglia ha ricevuto minacce di morte. E l’azienda per cui lavoro ha ricevuto mille mail in cui veniva richiesto il mio licenziamento”. Di Marco Bellavia parla solo marginalmente di Bellavia: ”Spero di poterlo incontrare di persona per potergli chiedere scusa, ho sbagliato, non mi sono accorto del suo disagio”.

Sara Manfuso contro Giovanni Ciacci: “Sono stata vittima di violenza sessuale”

Gli attacchi per Ciacci non sono però finiti qui: ad attaccarlo anche Sara Manfuso, anche lei in studio, che ha detto di essere stata toccata contro la sua volontà proprio da Ciacci: ”Alfonso tu sai che io sono stata vittima di una violenza sessuale – ha detto la Manfuso in studio – Non volevo dirlo per non avere etichette dentro la casa.

Però è successa una cosa molto spiacevole e non mi avete tutelata.

La persona che ho qui accanto, Giovanni Ciacci, mi ha toccato il c..o. Poi ha detto una cosa grave come ‘simuliamo una violenza dai facciamolo’. Io mi sono messa a ridere dall’imbarazzo. Ma dentro volevo morire.

Nessuno mi ha chiamata in confessionale e avete fatto finta di nulla. Nessuno ha capito la mia umiliazione e il mio dolore. Questa cosa non me la meritavo”. Giovanni Ciacci ha però reagito con forza a queste accuse, dicendo: ”No non ci sto adesso. Un linciaggio passi, ma due no, basta. Ma stiamo davvero scherzando? Io non sono interessato. Fermi a me non interessa il tuo genere e questo è il punto uno. Secondo non accusatemi di violenze, ma siamo impazziti?”.

Potrebbe interessarti