Gossip

Presentatore star della tv ha il cancro, gli rimangono pochi mesi di vita: “È stato devastante”

Per il presentatore è un momento estremamente drammatico: la sua famiglia sta affrontando da mesi un'agonia, ma lui ha voluto parlarne solo ora.
Presentatore star della tv ha il cancro, gli rimangono pochi mesi di vita: "È stato devastante"

Il personaggio televisivo britannico Jonnie Irwin, 48 anni, ha condiviso la sua diagnosi di cancro ai polmoni nell’agosto 2020 e il suo tumore al cervello nella stessa intervista con Hello. Ha dovuto dire alla moglie, che si prendeva cura dei figli, che sarebbe rimasta sola se lui fosse morto entro sei mesi. L’intervista con Hello è stata la prima volta che ha parlato pubblicamente della sua malattia. Sembra che sia inoperabile. “Sono dovuto tornare a casa e dire a mia moglie, che si stava occupando dei nostri figli, che sarebbe rimasta sola per sei mesi. È stato devastante. Sto cercando di vivere il più a lungo possibile.

Jess e i miei figli (di quattro anni, ndr) sono importanti per me”. Ha aggiunto che sta ancora facendo tutto il possibile per combattere la mia malattia.

Grazie ai trattamenti contro il cancro e alla chemioterapia, ha potuto continuare a lavorare in televisione con una troupe, dopo che la sua prognosi iniziale di sei mesi si era notevolmente allungata. “Jess e i ragazzi sono ora in una casa completamente ripagata e hanno un po’ di soldi in banca per vivere”, ha dichiarato Irwin, descrivendo come la sua vita sia cambiata da quando, più di un anno fa, ha scoperto di avere il cancro.

Grazie a Jonny Irwin, sua moglie Jess e i loro quattro figli vivono in una casa completamente ripagata”. Ha anche detto di aver fatto tutto il possibile per prolungare la sua vita.

Fedez parla del cancro: “Per me non era un tabù”

Pochi giorni fa a parlare di cancro è stato anche il rapper Fedez, che ha raccontato dell’angoscia provata nello scoprire il problema che aveva: “Per me il cancro non era tabù, purtroppo abbiamo avuto diversi casi in famiglia e ho perso alcuni parenti. Nei primi terribili giorni, e per tutto il periodo successivo, l’aiuto più grande è arrivato dalla mia famiglia e dagli amici.

L’appoggio che può arrivare se parli è uno dei motivi per cui non bisogna nascondersi. La vicinanza di chi ti vuol bene è un grande aiuto per non scoraggiarsi”.

Potrebbe interessarti