Spettacolo

Concerto di Capodanno 2023: dove si terrà, chi lo dirige e perché è così importante

Come per tutti gli anni anche il Capodanno 2023 rispetta la tradizione e propone al pubblico italiano il tradizionale Concerto di Capodanno che sarà eseguito presso il Teatro La Fenice di Venezia sotto la direzione di Daniel Harding. I solisti saranno il tenore Freddie De Tommaso e la soprano Federica Lombardi. La trasmissione in diretta […]
Concerto di Capodanno 2023: dove si terrà, chi lo dirige e perché è così importante

Come per tutti gli anni anche il Capodanno 2023 rispetta la tradizione e propone al pubblico italiano il tradizionale Concerto di Capodanno che sarà eseguito presso il Teatro La Fenice di Venezia sotto la direzione di Daniel Harding. I solisti saranno il tenore Freddie De Tommaso e la soprano Federica Lombardi.

La trasmissione in diretta televisiva

Ormai da anni Rai 1 trasmette la diretta televisiva che porta la grande musica operistica nelle case degli italiani con il programma del concerto suddiviso in due parti. Nella prima sarà protagonista soltanto l’orchestra che eseguirà la Quarta Sinfonia in la maggiore op.

90, nota come “L’Italiana” una composizione di Felix Mendelssohn Bartholdy, che la scrisse dopo aver compiuto un giro nei paesi europei e sulla scia delle emozioni provate durante il viaggio nel nostro Paese, mentre nella seconda parte saranno eseguiti pezzi di melodramma con varie arie e passi corali che si chiuderà con tre pezzi tra i più conosciuti e amati dal pubblico come “Và pensiero sull’ali dorate” tratto dal Nabucco, “Padre augusto” tratto dall’opera di Giacomo Puccini, Turandot, e con il notissimo brindisi “Libiam ne’ lieti calici” che fa parte della Traviata di Giuseppe Verdi.

Sarà proprio questa seconda parte che i telespettatori potranno vedere in diretta a partire dalle 12.20 del 1 gennaio e per chi non potesse vederla, in replica nel pomeriggio alle 18.15 su Rai 5.

Le musiche e gli interpreti

Il Concerto di Capodanno rappresenta un evento speciale sia per la scelta delle musiche che per i personaggi che vi prenderanno parte, dal maestro Daniel Harding che lo dirigerà, ai cantanti solisti, al coro ed all’orchestra del teatro veneziano.

Dopo l’overture dell’opera “Le nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart, sarà volta di Pëtr Il’ič Čajkovskij con “La bella addormentata Panorama”, seguito dal brano “Casta diva” dalla Norma di Vincenzo Bellini. Si passerà successivamente al brano “La fleur que tu m’avais jetée” dalla Carmen di Georges Bizet, ad un altro pezzo di Wolfgang Amadeus Mozart, “Che del ciel che degli dei” dall’opera La Clemenza di Tito, all’intermezzo della “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni, a due pezzi di Giacomo Puccini, “Quando m’en vò” dall’opera La Boheme e “Nessun dorma” tratto dalla Turandot. Prima dei pezzi corali sarà eseguito l’Allegro vivace dall’overture del Guglielmo Tell di Gioachino Rossini.

Potrebbe interessarti