Gossip

Mariangela Melato e l’amore mai finito per Renzo Arbore: anche dopo la rottura, lui faceva una cosa straordinaria

Un amore lungo e un'amicizia infinita sono i sentimenti che hanno legato fino alla morte di lei i due attori: Melato e Arbore non hanno mai smesso di stare insieme, in un modo o nell'altro.
Mariangela Melato e l'amore mai finito per Renzo Arbore: anche dopo la rottura, lui faceva una cosa straordinaria

Mariangela Melato, scomparsa nel 2013 a causa di un brutto tumore al pancreas, rimarrà per sempre l’amore di Renzo Arbore. I due sono stati insieme per più di dieci anni, una coppia che faceva invidia al mondo. In seguito, l’amore si è trasformato in amicizia, un’amicizia lunga quarant’anni dalla quale sono nate delle collaborazioni che resteranno nella storia. La conoscenza nasce a casa di Agostino Belli quando Renzo Arbore, con la chitarra in mano, fece innamorare Mariangela cantando le canzoni dell’intramontabile Battisti. Arbore in numerose interviste confesso di essersi innamorato della Melato negli anni Settanta.

Si trovavano al Sistina e lei ballava spiccando tra tutte le compagne grazie al suo ciuffo di due colori. Le cose in realtà non sono mai finite male, da parte di entrambi infatti è rimasto sempre quel forte sentimento che li legava dall’inizio. Il motivo per cui la storia d’amore si concluse è dovuto ad un allontanamento da parte di lei, di circa un anno e mezzo. Mariangela aveva un importante contratto di lavoro negli States e al ritorno si accorsero che la complicità scemò.

La fine della storia d’amore

In realtà una vera e propria fine della storia tra Renzo e Mariangela non c’è mai stata, nemmeno quando entrambi hanno intrapreso nuove relazioni.

Si dice che Arbore girasse con i documenti per il matrimonio in mano, avrebbe sposato la Melato in qualsiasi momento: lei invece, non era dello stesso avviso.

Quando Mariangela si ammalò, Renzo fu uno dei visitatori fissi della clinica in cui era ricoverata. Il cantante racconta che cantavano spesso insieme le canzoni degli anni Quaranta e che lei ricordava tutte le parole. La musica, la danza e l’arte in generale erano innate nella sua anima, proprio per questo è riuscita a diventare la musa di Lina Wertmullen e non solo.

Combattiva e grintosa, Mariangela fino alla fine non si è mai mostrata sconfitta ma ha affrontato la malattia con il sorriso, divertendosi persino durante i suoi ultimi giorni di vita.

Potrebbe interessarti