News

Elezioni Regionali: la gestione dei rifiuti è la priorità per i cittadini del Lazio

Secondo un sondaggio condotto da Euromedia Research, il 47% dei residentinel Lazio sceglie i rifiuti come problema più urgente in vista delle elezioni regionali.

Rifiuti, Salute e Lavoro. Sono questi i temi su cui la Regione Lazio dovrebbe intervenire con la massima urgenza secondo un sondaggio condotto da Euromedia Research per il quotidiano online ilSussidiario.net sulle priorità per i cittadini del Lazio in vista delle elezioni regionali del 12 e 13 febbraio.

Nel dettaglio la gestione dei rifiuti è ritenuta prioritaria dal 47% degli intervistati, la Salute dal 40% e il Lavoro dal 35%. Tra i temi meno rilevanti spiccano invece l’agricoltura (1%), la regolamentazione del gioco e delle scommesse legali (0,9%) e lo sport (0,8%).

Riguardo alle modalità di gestione e smaltimento dei rifiuti circa sei cittadini su dieci (58%) si dicono favorevoli alla costruzione di un termovalorizzatore a Roma: il 72% degli elettori di Fratelli d’Italia, il 61% di Forza Italia, il 57% della Lega, il 62% del Pd, l’87% degli elettori di Azione-Italia Viva e il 26% del Movimento 5 Stelle.

Solo il 23% degli intervistati è invece contrario all’impianto e il 19% non sa o non risponde.

Sul tema delle dipendenze, la metà esatta degli intervistati (50%) pone come particolarmente pericolosa e grave nel Lazio la dipendenza dalle droghe (cocaina e cannabis in particolare) mentre il 14% opta per l’alcol, il 7% per il gioco e le scommesse legali e il 2% per il tabacco.

Il 27% non sa o non risponde.

“Sanità e rifiuti rappresentano le problematiche maggiormente citate dai cittadini laziali, oltre a quella del lavoro che rimane una costante tra le priorità segnalate dai cittadini italiani ad ogni latitudine” ha dichiarato Alessandra Ghisleri, Direttrice di Euromedia Research. “Per ciò che concerne le dipendenze, quella ritenuta maggiormente pericolosa (da un cittadino laziale su due) è la droga, concetto che negli ultimi anni ha assunto svariate sfaccettature e che comprende molti tipi di sostanze, dalla cocaina alle pasticche, forse meno fastidiose e visibili delle droghe pesanti di moda in passato, ma pur sempre devastanti all’interno delle famiglie.

La seconda dipendenza ritenuta pericolosa dai residenti nel Lazio, ma a grandissima distanza dalla droga, è l’alcol” ha concluso Ghisleri.

Il sondaggio è stato effettuato sulla popolazione maggiorenne residente nel Lazio, segmentata per sesso ed età, e il campione ha incluso 1000 persone, intervistate in modalità C.a.t.i.-C.a.m.i.-C.a.w.i. Il metodo di campionamento è stato ponderato su sesso, fasce d’età, tipo di Comune e Provincia e le interviste sono state realizzate tra il 7 e il 9 gennaio.

Potrebbe interessarti