Vai al contenuto

Luca Onestini se la prende con Nikita Pelizon perché prende appunti, ma dietro c’è un serio problema di salute

Pubblicato: 20/02/2023 17:37

Luca Onestini sta facendo un percorso che non a tutti piace, per via delle continue liti che riesce ad imbastire con alcune persone. Al centro delle discussioni ci sono spesso le liti, sovente da lui alimentate, con Nikita Pelizon. La bella Nikita non ha mai nascosto di essere innamorata di lui. 

Nikita Pelizon ha un’abitudine che sembra non piacere per niente a Luca Onestini: scrive continuamente. Nikita Pelizon prende appunti riguardo a tutto quello che succede, le sensazioni che prova, le paure che ha.  C’è un motivo molto semplice per cui lo fa: Nikita Pelizon, come è emerso da alcune frasi dette all’ex fidanzato Matteo Diamante, soffrirebbe di un disturbo neurodegenerativo la cui gravità non è però ben chiara. A quanto pare la scrittura servirebbe proprio a rimediare ad un deficit di memoria.

Luca Onestini e Nikita, cresce la tensione: “Stai facendo solo brutte figure”

Luca Onestini, che pur sembrerebbe consapevole di questo problema, l’altra sera non ha potuto fare a meno di andare vicino a lei in uno dei suoi momenti di scrittura per provocarla: ”Ragazzi Nikita sta prendendo appunti, se no poi come fa in puntata? Prendili bene mi raccomando perché ultimamente in puntata stai facendo solo brutte figure”. Lei ha risposto ribadendo che Onestini non sarebbe molto coerente con i suoi propositi, e che aveva promesso di ritenerla indifferente. Anche l’illimitata flemma e pazienza di Nikita Pelizon ha un limite comunque, quindi alla fine ha risposto: ”Luca quando veniva distribuita l’onestà tu eri in fila solo per la furbizia”. Nella conversazione si è unito anche Matteo Diamante, arrabbiato da giorni per il trattamento riservato all’ex fidanzata e le ha chiesto come mai non ha mai parlato agli altri dei suoi problemi di salute. Lei ha cercato di calmarli: ”Matteo stai tranquillo, in confessionale sanno che mi segno le cose, mi hanno dato il permesso”. 

Continua a leggere su TheSocialPost.it