Vai al contenuto

Nicole Santinelli, il passato turbolento: cosa è successo quando era adolescente, un trauma indimenticato

Pubblicato: 22/05/2023 16:44

Nicole Santinelli e Carlo Alberto Mancini sono la coppia rivelazione di questa edizione di Uomini e Donne

Se all’inizio non venivano valutati una coppia seria e innamorata come altre, il pubblico ha dovuto ricredersi: il loro amore pare procedere a gonfie vele. 

Nel corso della puntata di Verissimo andata in onda sabato la coppia, ospite nello studio di Silvia Toffanin, ha raccontato la bellezza di una relazione che è anche un riscatto.

Nicole Santinelli: “Mi prendevano in giro per l’aspetto fisico”

Le parole di Nicole Santinelli sono molto chiare: “Non mi aspettavo una cosa così bella, anche se ero andata lì per cercare l’amore”. Per lei il passato è stato ricco di brutte esperienze, fin da giovane: “Mi prendevano in giro per l’aspetto fisico, per qualche chilo di troppo, per i capelli troppo biondi, per varie cose legate al mio aspetto fisico. Mi sono data tanta forza da sola. Poi, ho avuto altre battaglie da combattere durante l’adolescenza. Mi hanno aiutato mamma e papà che sono il mio punto di riferimento. Con mamma siamo migliori amiche e anche con papà ci diciamo tutto. Hanno il merito di tutta la forza che ho”.

Carlo Alberto Mancini, la giovinezza difficile e come ne è venuto fuori

Anche Carlo Alberto Mancini ha una storia simile: “Io ero preso di mira non solo per il mio aspetto, ma anche per la mia sensibilità, venivo emarginato e preso in giro. Per sopravvivere alla derisione di cui ero oggetto, mi rifugiavo nel cibo che aveva una valenza consolatoria. Mi sentivo sbagliato, diverso, perché ero messo in un angolo. Non è facile parlare di quel periodo, comunque ho superato la cosa. Guardandomi dentro ho capito che quello che pensavo fosse una debolezza, era un mio punto di forza, questa grande sensibilità ed empatia che ho. Ho capito che solo guardandomi dentro potevo superare quel momento, perché guardando fuori ero bersaglio continuo di critiche e scherno. Fondamentale è stato lo sport. Mio nonno è stato la mia guida e mi ha supportato nei momenti difficili”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 22/05/2023 16:45