Cronaca Italia

San Felice Circeo, baby gang spara sulla folla

San Felice Circeo, la nota località balneare in provincia di Latina, è stata teatro di una violenta aggressione che ha visto una baby gang seminare il panico tra passanti e villeggianti. Sparando da un’auto, ad altezza d’uomo, diversi colpi con una carabina ad aria compressa, i giovani hanno ferito sette persone. La rapida azione dei […]

San Felice Circeo, la nota località balneare in provincia di Latina, è stata teatro di una violenta aggressione che ha visto una baby gang seminare il panico tra passanti e villeggianti. Sparando da un’auto, ad altezza d’uomo, diversi colpi con una carabina ad aria compressa, i giovani hanno ferito sette persone. La rapida azione dei carabinieri ha permesso di fermare quattro dei cinque componenti del gruppo dopo un breve inseguimento.

Sono state le numerose segnalazioni pervenute alla centrale operativa della compagnia di Terracina a dar l’allarme. I passanti raccontavano di un’auto con a bordo dei giovani che avevano esploso diversi colpi di carabina contro chi si trovava per strada e nei locali del luogo.

Sette persone, tra cui una guardia giurata in servizio, sono state ferite, alcune anche gravemente, con proiettili ad aria compressa che le hanno colpite alle spalle, al collo e alle orecchie. Le lesioni, fortunatamente, sono state giudicate guaribili in un lasso di tempo compreso tra i sette e i dieci giorni.

baby gang spara sulla folla

Alla fine dell’inseguimento, durante la perquisizione dell’auto, i carabinieri hanno trovato l’arma utilizzata nell’aggressione, un coltello multiuso, diversi proiettili in metallo e due grammi di cocaina.

Il quadro accusatorio si è così delineato: violenza e lesioni aggravate da motivi abietti e futili con l’uso di armi.

Tra i quattro fermati, due sono maggiorenni e, di questi, uno era già conosciuto dalle forze dell’ordine. Entrambi sono stati arrestati e posti ai domiciliari su disposizione della Procura di Latina, in attesa del rito direttissimo. Gli altri due, minorenni, sono stati invece denunciati. Un quinto componente del gruppo è riuscito a sfuggire e le ricerche sono in corso.

La comunità di San Felice Circeo è scossa e si interroga sul fenomeno delle baby gang, sperando in misure efficaci per prevenire ulteriori episodi del genere.

Potrebbe interessarti