Vai al contenuto

Calciatore ucciso da un fulmine a 21 anni: allo stadio non c’erano ambulanze

Pubblicato: 12/12/2023 10:17

Muore a 21 anni in campo colpito da un fulmine. Una tragedia che ha letteralmente sconvolto il calcio brasiliano. Nelle deflagrazione altri sei giocatori sono rimasti feriti. Il fatto è avvenuto durante una una partita amatoriale a Santo Antonio da Platina, nello stato del Paraná, dove pare non ci fossero ambulanze; tant’è che le vittime sarebbero state portate in macchina all’ospedale municipale della città. Per Caio Henrique, questo il nome dello sfortunato calciatore, non c’è stato nulla da fare ed è spirato poco dopo nel nosocomio.
Leggi anche: Paura per Zeman, ricoverato d’urgenza
Leggi anche: Lavezzi “accoltellato dal fratello”, ma la famiglia smentisce: l’ex attaccante del Napoli ricoverato in ospedale

Una tragedia che ha sconvolto il mondo del calcio

La sciagura è avvenuta domenica pomeriggio allo stadio Eleuterio da Silva, durante una partita tra l’Unidos de Santo Antonio da Platina, la squadra di casa, e l’Uniao Japirense, per Copa Regional de Futebol Amador. Si stava giocando il secondo tempo del match e pioveva forte. Un video registrato dagli spalti mostra le terribili scene pochi attimi dopo l’incidente. È possibile vedere i giocatori della squadra ospite giacere sul terreno di gioco e ricevere un primo aiuto per quanto possibile, poi li si vede portati fuori a braccia.

“Pioveva, pioveva forte, ma il campo offriva le condizioni per giocare. Si è fatto molto buio, al momento del fulmine stava iniziando a schiarire, sembrava che stesse per passare, poi è caduto il fulmine ed è successa la tragedia”, ha riferito il direttore comunale dello sport di Santo Antonio da Platina, Marcos Noveli Ferreira. “Abbiamo visto un fulmine abbattersi in campo, c’erano diversi giocatori nei pressi e il fulmine ne ha colpito solo uno. Sono caduti tutti, alcuni si sono alzati e altri si sono accasciati. Sono stati prontamente soccorsi, ma sfortunatamente uno è morto, quello colpito in pieno dal fulmine”. (Continua a leggere dopo la foto)

Nell’impianto sportivo non ci sono ambulanze

Secondo Ferreira, allo stadio non c’era alcuna ambulanza in servizio. Alcuni giocatori sono stati portati all’ospedale municipale in macchine private dalle persone che erano lì, mentre altri hanno aspettato che arrivasse un’ambulanza: “Prontamente, quando abbiamo chiamato, nel giro di cinque minuti sono arrivate in tre. Ma l’impatto è stato molto grande, la gente aveva già caricato le vittime in macchina e si era recata in ospedale”.

Il cordoglio del municipio di Japira

Il municipio di Japira ha diffuso una nota di cordoglio e ha ricordato che Caio Henrique ha iniziato la sua carriera nelle scuole calcio del comune. Anche l’Uniao Japirense ha pianto la perdita del giocatore, descritto come esemplare, ed ha espresso solidarietà alla famiglia, agli amici e ai tifosi.

Ultimo Aggiornamento: 20/12/2023 16:57