Vai al contenuto

Arte in lutto, Cristina non ce l’ha fatta

Pubblicato: 17/12/2023 23:27

Una profonda commozione avvolge il piccolo paese di Pineto per la scomparsa prematura di Cristina Martella, deceduta a soli 48 anni a causa di una terribile malattia. Figura poliedrica, Cristina era una pittrice di talento e madre affettuosa di Teo. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile non solo nella sua famiglia ma in tutta la comunità.

Figlia del presidente dei balneatori di Roseto e Pineto, Ariano Martella, e nipote dell’ex presidente del consiglio comunale Ernesto Iezzi, Cristina ha lottato con forza e coraggio contro la malattia, un percorso di cui ha condiviso alcuni momenti sul suo profilo Facebook.

Negli ultimi mesi, Cristina sembrava sulla via della guarigione, con il male in remissione. Lo aveva annunciato lei stessa sui social, con un post del 25 maggio, mostrando una foto e scherzando sul ricrescere dei suoi capelli. Tuttavia, la sua battaglia si è conclusa troppo presto.

La famiglia Martella, proprietaria del celebre lido La Lucciola, è ben conosciuta e apprezzata nella comunità. La perdita di Cristina ha colpito profondamente non solo i suoi familiari, ma anche amici, clienti e colleghi.

Laureata in Economia Politica, dopo un breve periodo a Londra, Cristina ha scelto di dedicarsi alla sua vera passione, l’arte. Il suo stile si è evoluto nel tempo, trasformando il figurativo in un linguaggio maturo e personale, creando opere ricche di dettagli e simbolismi.

La sua arte, che spaziava dalla rappresentazione della natura a quella degli insetti volanti, è diventata sempre più concettuale, una vera e propria cosmogonia espressa attraverso tele che sembravano prendere vita.

La notizia della sua scomparsa si è diffusa rapidamente, specialmente sui social, dove centinaia di persone hanno espresso il loro cordoglio alla famiglia Martella. I funerali di Cristina si terranno oggi alle 10 presso la chiesa parrocchiale S. Agnese di Pineto, un momento in cui la comunità si unirà per ricordarla e omaggiarla.