Vai al contenuto

Roberto Brancaccio, chef morto in un incidente, il dolore della madre: “Me l’hanno ucciso”

Pubblicato: 18/12/2023 14:11
Roberto Brancaccio morto chef

Nel cuore della notte tra il 15 e il 16 dicembre, la città di Roma è stata scossa da una tragedia che ha colpito la comunità culinaria. Roberto Brancaccio, noto chef della Capitale, è infatti tragicamente morto in un incidente stradale avvenuto su via Nomentana. Il dolore inconsolabile della madre che invoca giustizia chiedendo che il pirata della strada che gli ha ammazzato il figlio venga arrestato al più presto.
Leggi anche: Roberto Brancaccio, lo chef dedica ai figli l’ultima video prima di essere ucciso da un’auto pirata

“Non c’è più. Me l’hanno ucciso”. Sono queste le poche, ma struggenti, parole pronunciate dalla madre dello chef Roberto Brancaccio, morto dopo essere stato investito da una berlina nera a via Nomentana, mentre si accingeva a salire sul suo motorino.

“Un pezzo di m… ha tolto la vita a mio fratello… il karma farà il suo corso. Non andrai lontano”, si sfoga così il fratello Salvatore. “Avevamo ancora da fare un TikTok insieme e invece per colpa di un uomo di m…. non potremmo farlo più. Sarai nel mio cuore per sempre”, aggiunge disperata la cugina Virginia.

A che punto sono le indagini sulla morte di Roberto Brancaccio

Intanto vanno avanti le indagini condotte dai vigili del III gruppo Nomentano, che stanno dando letteralmente la caccia al pirata della strada che ha investito mortalmente Roberto Brancaccio. Secondo diverse testimonianze raccolte dagli inquirenti, e anche grazie all’esame delle telecamere di sorveglianza della zona, pare che il cerchio si stia stringendo attorno al conducente della berlina nera. Voci non confermate rivelano che dovrebbe trattarsi di una donna, sulla cui identità però non ci sarebbero ancora certezze.
Leggi anche: Maxi tamponamento, circolazione bloccata: morto un uomo, ferite due donne. Forse provocato da due errori fatali