Vai al contenuto

Concetta Russo uccisa da un proiettile vagante a Capodanno: il colpo partito dentro casa sua

Pubblicato: 01/01/2024 08:04

Si chiamava Concetta Russo la donna di 45 anni che nella notte di Capodanno, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, sarebbe stata colpita alla testa da un proiettile vagante mentre festeggiava con i parenti all’interno di un’abitazione di Afragola, in via Plebiscito. La donna è deceduta questa mattina all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove era stata ricoverata in gravi condizioni.

Il colpo partito dal suo appartamento

Nel frattempo, stanno emergendo sviluppi sul fronte investigativo: a quanto pare, infatti, sarebbe partito proprio all’interno dell’appartamento il colpo che ha colpito alla testa la 45enne di Afragola. Rinvenuto e sequestrato dai carabinieri un proiettile calibro 380 che era nell’abitazione. Le indagini proseguono e sono ancora in corso.

Chi era Concetta Russo

Concetta Russo aveva 45 anni, lascia un marito e due figli maggiorenni. Nativa di Napoli, si era trasferita a Pantigliate, comune nell’area metropolitana di Milano. Si trovava ad Afragola in vacanza per ricongiungersi con i parenti in occasione delle feste.

Ferita una donna a Forcella

Sempre la notte di Capodanno, un altro terribile evento ha visto una donna di 50 anni ferita all’addome da un proiettile vagante mentre osservava i fuochi d’artificio dal balcone di casa sua nel quartiere di Forcella. Anche lei è stata trasportata all’ospedale, con prognosi riservata.

La notte è stata segnata da un aumento degli incidenti legati ai fuochi artificiali. Trentasei persone, tra cui tre minori, sono state ferite a Napoli e nei dintorni, un netto incremento rispetto all’anno precedente.

In un incidente separato, un bambino di 11 anni ad Alfano ha perso un occhio a causa dell’esplosione di un petardo che stava maneggiando. I medici hanno confermato un grave trauma all’occhio.

Altri incidenti includono un’auto in fiamme a Pianura, causata da un petardo esploso sotto il veicolo, e due persone ferite da petardi all’ospedale San Paolo, una delle quali ha subito ustioni alla coscia.

Questi eventi mettono in luce i pericoli associati all’uso improprio di fuochi d’artificio e petardi durante le festività, sottolineando la necessità di una maggiore consapevolezza e cautela.

Ultimo Aggiornamento: 01/01/2024 12:20