Vai al contenuto

Francesco va al pronto soccorso con il mal di gola, muore poco dopo. Lo avevano giudicato codice bianco

Pubblicato: 04/01/2024 11:28

Un mal di gola trasforma l’ultimo giorno del 2023 in una tragedia per Francesco De Paolis, un commesso 44enne del supermercato Tigre all’Eur. Arrivato al pronto soccorso dell’ospedale San Camillo la sera del 31 dicembre in codice bianco, muore dopo sole tre ore, lasciando la sua compagna Chiara Romei e due figlie di 3 e 12 anni nel dolore più profondo.
Leggi anche: 14enne scomparso, la notizia è appena arrivata: la reazione della famiglia

La coppia, secondo quanto riportato dal Messaggero, vive un incubo in quella serata fatale. Mentre Roma festeggia l’arrivo del nuovo anno, Francesco lotta con un mal di gola insopportabile che gli impedisce persino di deglutire. Alle 22.30, una chiamata avvisa Chiara di una “grave situazione” all’ospedale. Al suo arrivo, il compagno è già in condizioni critiche e, nonostante i tentativi di rianimazione, perde la vita davanti ai suoi occhi.
Leggi anche: Francesco, morto al pronto soccorso per un mal di gola: svolta nell’indagine

Immediatamente viene avviata un’inchiesta. La compagna di Francesco si rivolge ad un avvocato e presenta una denuncia ai carabinieri. Il pm Luca Guerzoni ordina l’autopsia per chiarire le cause del decesso. La comunità, ancora sotto shock, si interroga su cosa sia realmente accaduto a Francesco, descritto come un appassionato tifoso della Lazio e figlio di gestori di un bar locale.

Chiara racconta al Messaggero i dettagli angoscianti di quella notte. Francesco, nonostante avesse mal di gola, esita ad andare in ospedale, temendo che si trattasse di un disturbo minore, simile a quello avuto recentemente da lei e dalla loro figlia più piccola. Al San Camillo, un tampone esclude il Covid, ma la sua condizione peggiora rapidamente.

L’ospedale, nel frattempo, si difende affermando di aver seguito tutte le procedure necessarie. Chiara e Francesco, una coppia da cinque anni, vivevano una vita familiare serena e inclusiva, ora spezzata da questa inaspettata tragedia.

La comunità attende con ansia i risultati dell’autopsia, sperando in risposte che possano fare chiarezza sulla prematura scomparsa di Francesco e offrire un po’ di conforto alla famiglia colpita da un dolore immenso.

Ultimo Aggiornamento: 05/01/2024 15:10