Vai al contenuto

Spesa nei supermercati: al via la sperimentazione con casse automatiche

Pubblicato: 08/01/2024 14:34

La Grande distribuzione organizzata si dota in massa delle casse automatiche che abbiamo visto comparire già da diversi anni in alcune grandi catene. Prolifereranno nei prossimi anni locali con una metratura inferiore e senza personale alla cassa. Almeno in via sperimentale. La prima ad avviare la sperimentazione per quest’anno è la catena Esselunga, seguita da Conad.
Leggi anche: Richiamati grissini con presenza di aflatossine, l’avviso del ministero

Addio ai cassieri, la Gdo sperimenta i nuovi spazi di vendita

La prima a dotarsi di casse automatiche con i salvatempo è stata la Coop, già ai tempi di Expo 2015. A seguire è arrivata la Lidl e poi Europsin, ma solo in alcuni centri selezionati.

Esselunga ha annunciato la sperimentazione per il 2024. A Milano introdurrà un punto vendita tra poche settimane in cui si vedranno subito alcune novità: anzitutto una superficie di vendita più piccola rispetto al tradizionale supermercato, poi le casse automatiche e infine altre sperimentazioni tecnologiche. La società spiega, però, che per il momento l’innesto tecnologico è inteso come “unicum” tra i format di vendita del gruppo, che non ha allo studio una immediata estensione ad altri punti vendita.

In un monomarca torinese è rimasta, di quell’esperienza, la disponibilità di schermi che consentono ai consumatori di avere una visione interattiva delle componenti dei prodotti e una migliore tracciabilità di quel che trovano sugli scaffali. I negozi senza personale, insomma, sulla scia di quanto ha già dimostrato di poter fare il colosso Amazon.

A Verona, da novembre, Dao, cooperativa associata a Conad, offre l’esperienza di acquisto cashierless (senza personale alle casse) nel nuovo Tuday Conad “Prendi&Vai”. Nel centro storico scaligero, “Prendi&Vai” è il primo negozio del concept Conad Tuday, il cliente può prendere i prodotti dagli scaffali e riporli in uno zaino, una borsa, persino nelle tasche, oppure cambiare idea e riposizionare tutto dov’era. Una rete di sensori invia all’AI un identificativo della persona per unirlo ai prodotti che ha acquistato, e creare il carrello per il pagamento.

All’uscita, il pagamento è 100% digitale: può avvenire con carte, smartphone o tramite l’applicazione iOS e Android, creata da Sensei in esclusiva per la modalità “Prendi&Vai” del negozio Tuday Conad di Verona. Un QR code generato dalla app permette alla clientela di uscire senza attese e ricevere lo scontrino virtuale in pochi minuti.

Tra le catene in rampa di lancio, anche Pam Panorama sarebbe pronta a sperimentare nel capoluogo lombardo la sua versione cashierless.

Ultimo Aggiornamento: 08/01/2024 16:13