Vai al contenuto

Il campione Anthony Gobert in fin di vita: malattia fulminante, Motociclismo sotto shock

Pubblicato: 11/01/2024 18:17

Il mondo del motorsport è stato colpito da una notizia improvvisa e straziante: Anthony Gobert, l’audace pilota motociclistico australiano di 48 anni, è al termine della sua vita. La notizia è stata annunciata dai fratelli del pilota, gettando una luce cupa su una carriera segnata da successi in pista e da eccessi al di fuori di essa.

Nel corso dei due decenni che hanno attraversato il vecchio e il nuovo millennio, Anthony Gobert ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo del motorsport, distinguendosi nella Superbike e nella classe regina del Motomondiale (all’epoca conosciuta come la 500cc). Ha ottenuto riconoscimenti per il suo talento in pista, con 8 vittorie e 16 podi nel Campionato Mondiale Superbike (WSBK), ma è stato altrettanto noto per i suoi comportamenti sregolati.

Gobert è stato squalificato due volte per doping e ha affrontato problemi legati all’abuso di alcol e droghe, che hanno influenzato negativamente la sua carriera e la sua vita personale. La sua storia è stata caratterizzata da alti e bassi, da momenti di gloria e da periodi difficili.

La notizia della sua malattia fulminante è stata condivisa dai suoi fratelli Aaron e Alex Gobert, che hanno pubblicato un messaggio straziante sui social media. Nel messaggio, i fratelli hanno annunciato che Anthony è attualmente in cure palliative e sta attraversando le fasi finali della sua vita a causa di una malattia improvvisa. Hanno ringraziato i numerosi fan che hanno sostenuto Anthony durante la sua carriera agonistica.

Questo annuncio ha scosso profondamente la comunità del motociclismo, che ora aspetta con il cuore in gola ulteriori aggiornamenti sulla situazione di Anthony Gobert. La sua storia rappresenta un esempio di come il talento e la passione possono andare di pari passo con le sfide personali e i momenti difficili. La sua eredità nel mondo del motorsport sarà ricordata, sia per i trionfi in pista che per le battaglie personali che ha combattuto.

Ultimo Aggiornamento: 11/01/2024 18:21