Vai al contenuto

Paura sulle piste: bimbo di 9 anni precipita dalla seggiovia. È grave in ospedale

Pubblicato: 15/01/2024 12:22

Un tragico incidente ha turbato la tranquillità delle piste da sci a Gallio, sull’altopiano di Asiago. Un bambino di 9 anni è caduto da una seggiovia domenica 14 gennaio, precipitando sulla strada sottostante.

Il terribile incidente

Il drammatico evento si è verificato intorno all’ora di pranzo, quando il piccolo, durante una lezione di sci, è salito sulla seggiovia con un adulto. Improvvisamente, in circostanze ancora da chiarire, il bambino ha iniziato a scivolare dal sedile, nonostante i disperati tentativi dell’accompagnatore di tenerlo per un braccio. Le urla hanno allarmato gli addetti alle piste, che hanno immediatamente fermato la seggiovia e l’hanno fatta tornare indietro per evitare una caduta nel bosco, zona pericolosa a causa delle numerose rocce.

Sfortunatamente, il bambino è precipitato sulla strada sottostante, nonostante gli sforzi compiuti per metterlo in sicurezza. Un passante, accortosi dell’incidente, era riuscito a bloccare le auto, ma non è stato possibile evitare la caduta del bambino sull’asfalto.

La corsa in ospedale

Fortunatamente, il piccolo non ha perso conoscenza e, nonostante abbia riportato gravi traumi al bacino e al femore, non è in pericolo di vita. È stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Asiago, dove i medici hanno prontamente eseguito un intervento chirurgico andato a buon fine. Il padre del bambino lo ha raggiunto in ospedale poco dopo.

Le forze dell’ordine, rapidamente intervenute sul posto, stanno conducendo indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Questo grave episodio solleva importanti questioni sulla sicurezza delle seggiovie e sulle misure di protezione necessarie per prevenire incidenti simili in futuro.

La comunità di Gallio e l’intero altopiano di Asiago sono scossi da questo incidente, che ha spezzato la serenità di una giornata sugli sci in una delle località più amate dai turisti e dagli appassionati di sport invernali. La solidarietà nei confronti della famiglia del bambino è stata immediata e calda, riflettendo lo spirito di comunità che caratterizza questa regione.

Questo evento sfortunato serve da doloroso promemoria della necessità di una costante vigilanza e di adeguate misure di sicurezza nelle attività ricreative, in particolare quando coinvolgono bambini. Mentre il bambino si riprende, la comunità locale e gli appassionati di sci rifletteranno sicuramente su come migliorare la sicurezza per prevenire incidenti simili in futuro.