Vai al contenuto

Usa 2024, Trump ha vinto i caucus in Iowa stracciando DeSantis e Haley

Pubblicato: 16/01/2024 08:37

Donald Trump ha vinto a valanga la prima tappa delle primarie repubblicane in Iowa. In meno di mezz’ora dall’apertura dei caucus, ha ottenuto poco più del 50% dei voti, distanziando i concorrenti di circa 30 punti – un record che supera il primato di Bob Dole nel 1988. Trump ha dominato in tutte le aree sociali, inclusi gli evangelici, mostrando debolezza solo nelle zone suburbane.
Leggi anche: Primarie repubblicane Usa: De Santis si ritira dalla corsa e appoggia Trump

Questo risultato è sorprendente, considerando che nel 2016 Trump arrivò secondo in Iowa e che da allora ha affrontato due impeachment e attende quattro processi penali, inclusi due per aver tentato di sovvertire l’esito delle elezioni.

La competizione per il secondo posto è stata un lungo testa a testa tra Ron DeSantis e Nikki Haley, vinto infine da DeSantis, nonostante le previsioni. Tuttavia, con uno scarto di soli 2,2 punti percentuali (21,2% contro 19% con il 94% dei voti scrutinati), la differenza non è sostanziale e lascia aperta la gara su chi possa proporsi come alternativa a Trump. Nella prossima tappa, il 23 gennaio nel più liberal New Hampshire, Haley sembra meglio posizionata.

Vivek Ramaswamy, imprenditore tech di origini indiane e quarto classificato con il 7,7% dei voti, si è ritirato e ha dato il suo endorsement a Trump, aumentando il serbatoio di voti dell’ex presidente. “Sono onorato e rinvigorito da questa vittoria”, ha commentato Trump su Fox, prima del suo discorso ufficiale. Ha iniziato in tono conciliante, augurando di unire il Paese in modo bipartisan e congratulandosi con DeSantis e Haley, ma ha poi virato in attacchi a Joe Biden, definendolo “il peggior presidente della storia degli USA” e accusandolo di interferenza elettorale nei suoi processi.

Nel suo discorso, Trump ha anche promesso di “sigillare il confine con il Messico” e attuare “un sistema di deportazioni senza precedenti dai tempi di Eisenhower“. Biden ha riconosciuto Trump come il favorito per la nomination repubblicana e la sua campagna ha avvertito che, in caso di vittoria di Trump, si aspettano “vili attacchi, bugie infinite e spese massicce”.

I principali network americani hanno previsto Trump come vincitore dei caucus in soli trenta minuti, nonostante le strade innevate e temperature sotto i 30 gradi.

Ultimo Aggiornamento: 22/01/2024 09:03