Vai al contenuto

“Ho perso un amico”. Gigi Riva, il toccante ricordo di Dino Zoff

Pubblicato: 22/01/2024 20:38

Il mondo del calcio piange Rombo di Tuono. Gigi Riva si è spento infatti a 79 anni dopo un malore. Considerato uno dei migliori centravanti della storia del calcio italiano e internazionale, ha legato il suo nome alla sua terra, la Sardegna, vincendo uno storico scudetto con il Cagliari. Ma il suo mito è anche quello della Nazionale degli anni Sessanta e Settanta, con i gol all’Europeo vinto nel 1968 e quello, storico, in Italia-Germania 4-3 del ’70. Tantissime le reazioni da parte del mondo dello sport, con messaggi accorati subito apparsi in rete.

Capello: “Riva uomo vero con la Sardegna nel cuore”

“È una giornata davvero triste, perdiamo uno dei simboli del calcio italiano, un giocatore fantastico e soprattutto un uomo vero, di una rettitudine unica, con la Sardegna nel cuore. È stata una fortuna averlo conosciuto”. Queste le parole scelte da Fabio Capello, compagno di squadra di Gigi Riva in Nazionale, per ricordare lo storico attaccante.

Sacchi: “Il più grande attaccante italiano della storia”

“Da giocatore è stato il più grande attaccante italiano della storia e uno dei migliori al mondo. Io ero un suo grande tifoso, poi ho lavorato con lui in Nazionale, io ct e lui capo-delegazione e ho conosciuto un uomo ancora più grande del calciatore, una persona straordinaria. Se n’è andato via troppo presto, è un grandissimo dispiacere. Ha dato la vita per il calcio, dobbiamo essere tutti grati”. Queste le parole di Arrigo Sacchi, ex ct della Nazionale.

Zoff: “Perdo un amico”

“Perdo un grandissimo amico, abbiamo fatto una lungo percorso di vita insieme. Dal militare a tanti ricordi in Nazionale. Una tristezza infinita, sono profondamente addolorato, non riesco a parlare”. Parole di Dino Zoff, che ha voluto commentare così la notizia della scomparsa di Riva.

Ultimo Aggiornamento: 22/01/2024 20:59