Vai al contenuto

Gian Maria Sainato rompe il silenzio sulla morte del padre:”Come andò veramente, ho un grande rimpianto”

Pubblicato: 25/01/2024 08:12

Gian Maria Sainato, influencer e modello noto per la sua partecipazione a “L’Isola dei Famosi“, ha recentemente aperto il suo cuore in un’intervista a Fanpage.it riguardo la tragica scomparsa di suo padre, Andrea Sainato, avvenuta il 29 agosto 2023. La morte del padre, a soli 59 anni, per annegamento a Sapri, ha segnato profondamente la vita di Gian Maria, che fino ad ora aveva mantenuto un riserbo sul lutto.

Sainato racconta chi era il padre: “Conosceva il mare, lo sapeva dominare”

Raccontando i dettagli di quella fatidica giornata, Sainato ha descritto il padre come un uomo che ignorava i consigli degli amici e amava il mare agitato. “Conosceva il mare e pensava di poterlo gestire anche se mosso. Non ha ascoltato i consigli degli amici che gli dicevano di non entrare in acqua,” ha ricordato Gian Maria. Il padre è morto dopo essersi tuffato e aver nuotato, giocato e scherzato nell’acqua, prima di sentirsi male e annegare.

Non ci fu suicidio: “È morto in un giorno in cui era felice”

Contrariamente ad alcune teorie, Gian Maria ha smentito l’ipotesi di un suicidio, sottolineando che il padre aveva acquistato sigarette e cibo per cucinare, segni di una persona felice e non incline a gesti estremi. Ha poi rivelato che il padre soffriva di problemi di salute legati a una dipendenza, che avevano indebolito il suo fisico.

Sainato ha anche parlato del loro rapporto complicato. “Non mi ha mai cercato, forse perché sapeva che sbagliava. Con la sua morte, il fatto di non avere vissuto negli ultimi anni un rapporto da padre e figlio, mi ha inflitto ancora più sofferenza,” ha confessato. L’ultima volta che hanno avuto un contatto significativo è stata durante un evento a Sapri, dove il padre si è mostrato orgoglioso di lui.

Infine, ha espresso il suo più grande desiderio: che il padre accettasse di farsi curare. “Volevo solo che si facesse curare. Ci abbiamo provato in tutti i modi. Da quelli più dolci e pacifici a quelli più duri. Per salvare lui e noi stessi. Purtroppo non ha mai accettato di farlo,” ha detto con emozione Sainato, sottolineando la complessità e il dolore che accompagnano la perdita di un genitore, soprattutto in circostanze così tragiche e complesse.

Ultimo Aggiornamento: 25/01/2024 08:13