Vai al contenuto

38enne ucciso nei boschi: si parla di spedizione punitiva, attirato con un rapporto sessuale

Pubblicato: 26/01/2024 21:38

Un tragico evento ha scosso la tranquilla comunità di Paderno del Grappa, in provincia di Treviso. Bledar Dedja, un giardiniere albanese di 39 anni, è stato brutalmente assassinato sabato pomeriggio nei boschi della zona, con il suo corpo scoperto soltanto il mattino successivo. Gli investigatori si orientano verso l’ipotesi di una spedizione punitiva, radicata negli antichi codici del Kanun, una legge medievale ancora influente nelle comunità albanesi e kosovare, estese anche al Veneto. Dedja, descritto come una persona riservata e amante della pesca, aveva programmato un incontro di pesca con un amico, che inaspettatamente si è trasformato nel ritrovamento del suo corpo senza vita.

La pratica del Kanun, antico rituale albanese

La dinamica degli eventi suggerisce un inganno brutale: Dedja potrebbe essere stato attirato nel luogo dell’omicidio con la promessa di un appuntamento personale.I detective hanno interrogato circa trenta persone, inclusi amici e parenti della vittima, nella ricerca di indizi. L’attenzione si concentra su possibili legami con il Kanun, un codice d’onore che prescrive vendette e punizioni severe per risolvere conflitti e offese. Sebbene antico, questo codice continua a influenzare alcune comunità di immigrati, portando a una fusione di culture e pratiche che a volte sfociano in atti di violenza estrema.

Ultimo Aggiornamento: 27/01/2024 11:25