Vai al contenuto

Terremoto vicino Pozzuoli: nuova paura ai Campi Flegrei

Pubblicato: 26/01/2024 16:07
sisma

I Campi Flegrei, una delle aree vulcaniche più monitorate d’Italia, sono stati nuovamente scossi da una serie di terremoti dopo un periodo di relativa calma. L’ultima scossa, registrata alle 13:55 di venerdì 26 gennaio 2024, ha raggiunto una magnitudo di 1.9 sulla scala Richter. Questo evento sismico ha destato particolare preoccupazione tra i cittadini, soprattutto a Pozzuoli e nelle aree circostanti, a causa della sua bassa profondità, solamente 3 chilometri.

La Caldera è costantemente monitorata: cosa sta succedendo

La caldera dei Campi Flegrei, nota per la sua attività vulcanica e sismica, è oggetto di costante monitoraggio da parte degli esperti. La bassa profondità dei terremoti in questa zona, infatti, può rendere le scosse più avvertibili e potenzialmente più pericolose, anche se di magnitudo relativamente bassa.La ripresa dell’attività sismica dopo settimane di quiete ha riacceso l’attenzione e la preoccupazione tra gli abitanti dell’area, che vivono con la consapevolezza della presenza del vulcano e del suo potenziale impatto.

Le autorità locali e gli esperti del settore geologico e vulcanologico stanno monitorando la situazione da vicino, fornendo aggiornamenti costanti e indicazioni di sicurezza alla popolazione.Nonostante la magnitudo non elevata, l’evento sismico è un promemoria della natura dinamica dei Campi Flegrei e della necessità per i residenti e le autorità di rimanere vigili e preparati. I programmi di educazione e di preparazione alle emergenze sono cruciali in queste aree per garantire che la popolazione sia informata e pronta a reagire in modo appropriato in caso di eventi sismici più gravi.