Vai al contenuto

Italia. Scia sismica, scosse senza fine: paura tra la popolazione

Pubblicato: 03/02/2024 15:41

Una serie di scosse di terremoto ha colpito oggi, sabato 3 febbraio 2024, l’area dei Campi Flegrei, a ovest di Napoli, inserendosi nel contesto del fenomeno bradisismico che da tempo caratterizza questa zona vulcanica. Gli eventi tellurici, distintamente avvertiti dalla popolazione locale, hanno suscitato preoccupazione e attenzione.

La scossa più intensa, registrata alle ore 11.07, ha raggiunto una magnitudo di 2.1, secondo quanto riportato dall’Ingv, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Grazie al monitoraggio costante dell’Osservatorio Vesuviano, è stato possibile rilevare gli spostamenti del terreno, soprattutto nell’area della Solfatara, dove i sismografi hanno evidenziato chiaramente i movimenti tellurici. Residenti dell’area hanno riferito che tali spostamenti sono spesso preceduti da sinistri boati, aumentando l’ansia e la preoccupazione tra la popolazione.

Le segnalazioni sono giunte da diverse località intorno ai Campi Flegrei, tra cui Fuorigrotta, Agnano, Pozzuoli, Pianura, Quarto e Bacoli. Molti residenti hanno espresso il loro disagio e la loro preoccupazione sui gruppi Facebook dedicati a coloro che vivono nella cosiddetta “zona rossa“, un’area particolarmente a rischio a causa dell’attività vulcanica e sismica.

L’attenzione è ora rivolta alle future decisioni delle autorità in merito alla definizione della nuova area di rischio ai Campi Flegrei. Una legge ad hoc, recentemente approvata, è destinata a riconfigurare i confini della zona a rischio, in risposta al persistente fenomeno bradisismico che affligge l’area. Questa misura si spera possa portare a una maggiore sicurezza per i residenti e una migliore gestione delle emergenze in caso di ulteriori eventi sismici.

L’Ingv e l’Osservatorio Vesuviano continuano il loro impegno nel monitorare l’attività sismica e vulcanica della regione, con l’obiettivo di fornire dati precisi e tempestivi per la prevenzione e la protezione della popolazione. Nel frattempo, la comunità locale rimane in allerta, sperando che le misure preventive e le strategie di evacuazione possano essere efficacemente implementate per garantire la sicurezza di tutti.