Vai al contenuto

Risotto alla Milanese: il re giallo del Nord italia come lo cucinano gli esperti

Pubblicato: 19/02/2024 19:00

Questo piatto è un pilastro della cucina lombarda, conosciuto per il suo sapore delicato e il colore dorato conferitogli dallo zafferano. È un piatto che si accompagna bene con molti secondi, dalla carne al pesce, o può essere gustato da solo come piatto unico.

Ingredienti (per 4 persone)

320 g di riso Carnaroli o Arborio
1 litro di brodo di carne o vegetale, tenuto caldo
1 bustina di zafferano in polvere o i pistilli
80 g di burro
1 piccola cipolla bianca finemente tritata
½ bicchiere di vino bianco secco
50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
Sale, q.b.

Procedimento

Preparazione del soffritto: In una larga padella a bordi alti, sciogli metà del burro a fuoco medio. Aggiungi la cipolla tritata e lasciala appassire fino a quando non diventa trasparente, facendo attenzione a non farla colorire.
Tostatura del riso: Aggiungi il riso nella padella con il soffritto. Lascialo tostare per un paio di minuti, mescolando continuamente, fino a quando i chicchi diventano lucidi e traslucidi. Questo passaggio è fondamentale per sigillare i chicchi e permettere loro di assorbire i liquidi gradualmente, mantenendo la loro consistenza.
Sfumatura con il vino: Versa il vino bianco sul riso e lascia che evapori completamente a fuoco vivace, continuando a mescolare.
Cottura con il brodo: Abbassa la fiamma e inizia ad aggiungere il brodo caldo, un mestolo per volta, aspettando che il riso assorba quasi completamente il liquido prima di aggiungere il successivo. Mescola frequentemente per evitare che il riso si attacchi.
Aggiunta dello zafferano: A metà cottura, circa 10 minuti dopo l’inizio dell’aggiunta del brodo, sciogli lo zafferano in un po’ di brodo caldo e aggiungilo al risotto, mescolando bene per distribuire uniformemente il colore e il sapore.
Mantecatura: Quando il riso è al dente, togli la padella dal fuoco. Aggiungi il burro rimasto e il Parmigiano Reggiano, mescolando energicamente per incorporare bene gli ingredienti. Questo passaggio, chiamato mantecatura, renderà il risotto cremoso e lucido.
Riposo: Lascia riposare il risotto coperto per un paio di minuti prima di servire

Come servirlo

Servi il risotto alla milanese ben caldo, eventualmente con una spolverata aggiuntiva di Parmigiano e una macinata di pepe nero. È perfetto come primo piatto in un menu di carne, in particolare con l’ossobuco, piatto con cui forma un’accoppiata tradizionale milanese.