Vai al contenuto

Maltempo, sospesa la linea Milano-Venezia. “Situazione critica” a Vicenza – La Diretta

Pubblicato: 28/02/2024 07:30
maltempo

Una giornata all’insegna delle tante allerte diramate nelle ultime ore dalla Protezione civile, quella del 28 febbraio. Con rischi diversi da Regione e Regione e tanta preoccupazione a causa del maltempo che si sta abbattendo sull’Italia sin dalle prime ore del mattino. Già scattata l’alllerta rossa per rischio idraulico e rischio idrogeologico su settori del Veneto, l’allerta arancione su parte di Emilia-Romagna e Veneto, l’allerta gialla in Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Toscana, Abruzzo, Umbria, Lazio, Campania, Molise, Calabria, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

Tra i disagi già segnalati, prosegue ancora l’interruzione della linea ferroviaria Milano-Venezia: la circolazione è stata sospesa tra Vicenza e Padova per condizioni meteo critiche che stanno provocando il rischio di esondazione di alcuni fiumi. A confermarlo è stata Trenitalia con un annuncio sul sito trenitalia.com .Sono attualmente chiusi per allagamenti la tangenziale sud tra Campedello e Vicenza ovest. Chiuso anche il nodo dello Stadio (viale Trissino, via Bassano, via dello Stadio), il sottopasso Vittime Civili di Guerra, tra via Martiri delle Foibe e viale della Pace e strada dei Ponti di Debba. Imminente anche la chiusura della rotatoria tra strada delle Cattane e via degli scaligeri (Emisfero). Continuano a rimanere chiuse anche strada di Bertesina, tra viale Aldo Moro e via della Scola, strada del Tormeno, strada di Casale, strada delle Ca’ Perse, strada di Porciglia, strada delle Scuole di Anconetta.Si raccomanda la massima prudenza nell’affrontare i sottopassi, in particolare quello di Sant’Agostino sotto l’autostrada.

A rischio anche i treni regionali, che potranno subire limitazioni o cancellazioni causa maltempo. La Protezione Civile è inoltre al lavoro su tutto il territorio vicentino, dove la pioggia intensa non si arresta da diverse ore. Oltre 70 i Centri operativi comunali vicentini attivi, ma aumentano con il passare delle ore. Amministratori e tecnici stanno monitorando in particolare i corsi d’acqua e i versanti montani. In Veneto i vigili del fuoco hanno già effettuato oltre 60 interventi, con il sindaco di Vicenza Giacomo Possamai che ha parlato di “situazione critica”: “ll fiume Retrone continua a far paura, perchè il suo livello è salito anche se di poco nelle ultime ore. Sul Bacchiglione è stato già aperto un bacino di laminazione quindi già nelle prossime ore si dovrebbero vedere i primi effetti”. Ai cittadini è stato rivolto l’invito di non muoversi di casa se non per questioni molto urgenti.

Leggi anche: Meloni commenta le Regionali in Sardegna: “Dispiaciuta per la sconfitta, ma il centrodestra imparerà”

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 28/02/2024 10:48