Vai al contenuto

“Transessuali sputavano sangue infetto sulla polizia”. Bufera a Milano per le parole del leghista Samuele Piscina

Pubblicato: 06/03/2024 16:12

Polemica per le frasi pronunciate dal consigliere comunale e segretario provinciale della Lega, Samuele Piscina, durante un Consiglio comunale a Milano. L’esponente del Carroccio stava commentando i fatti avvenuti il giorno prima nella zona di via Padova, i tafferugli tra manifestanti dei centri sociali e polizia, durante una protesta per una fiaccolata sulla sicurezza promossa dalla Lega nella zona e per la presentazione del libro dell’eurodeputata del Carroccio Silvia Sardone.

Nel corso dela seduta un consigliere di centrosinistra aveva definito via Padova “un modello di integrazione” e così Piscina é intervenuto per replicare. “Considerare via Padova un modello di integrazione é un’aberrante mistificazione della realtà. In via Mosso una amministrazione a guida Lega e centrodestra ha voluto una cancellata che abbiamo dovuto imporre – ha spiegato -, perché c’erano i transessuali che sputavano sangue infetto alle forze dell’ordine. Questo era quello che succedeva. C’erano spaccio e prostituzione”.

Parole che hanno scatenato l’ira del consigliere del Pd e attivista Lgbtq+, Michele Albiani, che ha urlato in aula, “fai schifo, vergognati”, chiedendo subito le scuse del consigliere leghista.

Leggi anche: Mico Geraci, chi lo ha ucciso? Dopo 25 anni scoperti i mandanti dell’omicidio del sindacalista

Ultimo Aggiornamento: 06/03/2024 16:54