Vai al contenuto

Torna a tremare la terra nei Campi Flegrei: nuove scosse avvertite dalla popolazione: “Un boato…”

Pubblicato: 10/03/2024 18:52

La tranquillità dei Campi Flegrei è stata nuovamente interrotta da fenomeni sismici che hanno messo in allerta la comunità locale. A partire dalle 16.06, i sismografi dell’Osservatorio Vesuviano hanno registrato una serie di scosse nell’area del vulcano Campi Flegrei, un segnale che la terra continua a muoversi in questa zona ad alta attività vulcanica e sismica.

La scossa di maggiore intensità, verificatasi alle 16:14, ha raggiunto una magnitudo 1.6 e una profondità di appena 0,5 chilometri, indicando che il fenomeno si è verificato molto vicino alla superficie. L’epicentro di questa scossa è stato localizzato poco distante dal lungomare di via Napoli, tra Pozzuoli e Bagnoli, due delle località più vicine e quindi più esposte agli effetti immediati di tali eventi.

I residenti di Pozzuoli, Bagnoli e Agnano hanno avvertito chiaramente il terremoto. Molti di loro hanno descritto su social di aver percepito diversi secondi di tremore, accompagnati da un udibile boato. Questa descrizione sottolinea la natura superficiale dell’evento sismico e la sua capacità di generare un impatto significativo nonostante la bassa magnitudo.

L’apprensione tra i cittadini è palpabile. I Campi Flegrei sono un’area storicamente soggetta a fenomeni sismici, e ogni nuova scossa riaccende il timore per possibili sviluppi futuri. Le autorità locali e l’Osservatorio Vesuviano monitorano attentamente la situazione, pronti ad intervenire in caso di necessità e a fornire tutte le informazioni utili per garantire la sicurezza dei residenti.

Questo nuovo episodio sismico nei Campi Flegrei ricorda la delicatezza dell’equilibrio geologico di questa zona e l’importanza di un continuo monitoraggio scientifico per comprendere meglio i processi sottostanti e prepararsi adeguatamente a gestire eventuali emergenze.

Ultimo Aggiornamento: 10/03/2024 18:54