Vai al contenuto

Tragico schianto, Marika muore a 19 anni: “Una ragazza d’oro”. Altri coinvolti…

Pubblicato: 10/03/2024 08:16

Ieri sera, poco dopo le 19.30, si è consumata una tragedia sulla variante di Pianzano, un tratto statale che collega all’innesto autostradale dell’A28. Marika, una ragazza di 19 anni di Mareno di Piave, ha perso la vita in un tragico incidente che ha visto coinvolte altre quattro persone, ora ricoverate in ospedale. L’evento ha coinvolto una Volkswagen Maggiolino e una Suzuki Swift, quest’ultima si è ribaltata a seguito dell’impatto.
Leggi anche: Tragico incidente: in sette dentro una cinquecento si schiantano contro il guardrail. Scena orribile

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i sanitari del Suem 118, i carabinieri e i vigili del fuoco di Conegliano, supportati dai volontari di Gaiarine. Questi ultimi hanno operato per mettere in sicurezza i mezzi coinvolti e hanno estratto dalle lamiere tre giovani donne.

Nonostante il rapido intervento dei soccorsi, per una delle ragazze coinvolte, non c’è stato nulla da fare: il medico sul posto ha dichiarato il suo decesso. Le altre due giovani, di 18 e 17 anni, sono state stabilizzate e trasferite in ospedale, una con l’elisoccorso diretto al Ca’ Foncello di Treviso e l’altra in ambulanza. Anche gli occupanti della Volkswagen Maggiolino, una madre e suo figlio, hanno ricevuto cure per ferite fortunatamente più lievi e sono stati trasferiti in ospedale per accertamenti.

Marika Loprese, giovane promessa di 19 anni, è nata il 4 gennaio 2003, Marika abitava con la sua famiglia in vicolo Padova, al civico 13. Suo padre, Roberto, è un commerciante ambulante di frutta e verdura, noto per la sua dedizione al lavoro fin dalle prime ore dell’alba. Dopo aver terminato la scuola media, Marika si era iscritta all’istituto Marco Fanno di Conegliano, optando per l’indirizzo in amministrazione, finanza, marketing e relazioni internazionali, dimostrando una particolare passione per la scrittura, tramite la quale esprimeva la sua profonda sensibilità.

Alcuni anni fa, Marika aveva lasciato un segno con la sua partecipazione al contest di scrittura promosso dalla Fondazione Pordenonelegge, presentando un testo che rifletteva sulla libertà ritrovata dopo il difficile periodo dell’isolamento dovuto alla pandemia Covid. La sua opera era stata particolarmente apprezzata e messa in evidenza dal Progetto Giovani di Conegliano.

La vita di Marika è stata tragicamente interrotta la sera del 9 marzo 2024, quando l’auto su cui viaggiava, una Suzuki Swift, è stata coinvolta in un incidente a Godega, lasciandola senza vita e ferendo gravemente altre due ragazze. La strada teatro dell’incidente era già stata oggetto di un esposto a novembre dell’anno precedente, redatto da Andrea Dan, presidente dell’Associazione Manuela Sicurezza Stradale, il quale aveva evidenziato la pericolosità dell’incrocio tra la bretella dell’autostrada A28 e via Baver, lamentando la mancanza di adeguati provvedimenti di sicurezza, come un sottopassaggio, preferendo invece l’installazione di semplici stop laterali.

La notizia della scomparsa di Marika ha gettato nella disperazione la comunità di Mareno, con il sindaco Andrea Modolo che ha espresso il proprio cordoglio: «La perdita di una giovane vita è una tragedia che colpisce tutta la nostra comunità. Le nostre preghiere e il nostro pensiero vanno alla famiglia di Marika, provata da un così grande dolore». La vicenda riaccende l’attenzione sulla necessità di maggiori misure di sicurezza stradale, in memoria di una ragazza che aveva ancora tutta la vita davanti.

Ultimo Aggiornamento: 10/03/2024 08:59