Vai al contenuto

Jannik Sinner non si ferma, ancora una vittoria

Pubblicato: 11/03/2024 00:22

Jannik Sinner continua a lasciare il segno nel mondo del tennis, confermandosi come uno dei giocatori più in forma della stagione. La sua striscia di vittorie si estende a 17 match consecutivi, mantenendolo imbattuto in questo avvio di anno. La sua ultima impresa si è svolta sotto il cielo di Indian Wells, dove ha superato Jan-Lennard Struff in una partita che più che un confronto, è sembrato un utile allenamento per il giovane talento altoatesino.

Nonostante un inizio di match in cui Struff, senza precedenti contro Sinner, ha cercato di imporre un gioco aggressivo su consiglio del suo coach Arriens, il numero 3 del mondo ha rapidamente preso il controllo del gioco. La capacità di annullare i break points con il suo potente servizio e di imporre il proprio ritmo ha permesso a Sinner di chiudere il match con un solido 6-3, 6-4, dimostrando ancora una volta le sue numerose qualità.

Il successo a Indian Wells è solo l’ultimo di una serie che ha visto Sinner brillare anche in Australia e Olanda, frutto di un intenso lavoro durante la pausa invernale. Questo periodo di forma straordinaria segue un clamoroso fine di stagione lo scorso anno, consolidando le aspettative intorno al giovane talento.

A rendere ancora più dolce il soggiorno americano per Sinner, contribuisce la presenza del padre Hanspeter nel suo team, ricoprendo il ruolo di cuoco. Alloggiando in una sontuosa villa offerta da Larry Ellison, proprietario di Oracle, Jannik apprezza non solo i successi sportivi ma anche il valore delle persone che lo accompagnano nel suo percorso.

Mentre Sinner prosegue la sua corsa, lo sguardo è rivolto anche a Carlos Alcaraz, con il quale potrebbe incrociarsi in semifinale in un match che promette scintille. Entrambi i giocatori, con Alcaraz al numero 2 e Sinner al numero 3 del ranking mondiale, sono visti come i principali aspiranti al trono occupato da Novak Djokovic.

Indian Wells si conferma dunque un palcoscenico di prim’ordine, non solo per le vicende sportive ma anche per le storie personali dei suoi protagonisti, con Sinner che, oltre a inseguire traguardi sempre più ambiziosi, ci ricorda l’importanza delle radici e delle persone che rendono unica questa avventura.