Vai al contenuto

Non sopporta la malattia della moglie e la uccide. Poi si spara e…

Pubblicato: 31/03/2024 18:55

Nella tranquilla contrada Macina a Corridonia, la comunità è stata scossa da un evento tragico che si è consumato alle prime luci dell’alba. Bruno Cartechini, un uomo di 86 anni, ha ucciso la moglie Palma Romagnoli, della stessa età, con un colpo di fucile da caccia, per poi tentare di togliersi la vita. Il fallito tentativo di suicidio ha lasciato l’uomo in gravissime condizioni, attualmente ricoverato presso l’ospedale di Torrette.

I vicini esprimono profondo sgomento e incredulità di fronte a quanto accaduto: «Siamo sconvolti, si amavano tantissimo. Lui non sopportava di vederla soffrire». Il gesto estremo di Cartechini arriva dopo mesi di sofferenza per la moglie, affetta da una malattia neurologica degenerativa.

Il dramma si è svolto questa mattina alle 6.40, in una casa familiare situata proprio al confine con il comune di Mogliano. Al momento dello sparo, che ha risuonato nella valle, non c’è stato nulla da fare per la signora Romagnoli, deceduta sul colpo, mentre il signor Cartechini è stato trovato vivo e trasportato d’urgenza in eliambulanza all’ospedale regionale.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri delle stazioni di Corridonia e Mogliano, supportati dal Nucleo operativo della Compagnia di Macerata, dal Nucleo investigativo del comando provinciale di Macerata e dal Sis di Ancona. Le indagini sono in corso per chiarire ulteriormente le dinamiche di questa tragedia che ha lasciato una comunità in lutto e in cerca di risposte.